Gli eSports più promettenti del 2019

Pubblicato da: Giovanni Damiano- il: 19-01-2019 12:02 Aggiornato il: 19-01-2019 12:15

Il 2019 è iniziato di recente, per tanto i titoli tripla A che potrebbero ambire al mondo degli eSports non sono ancora stati lanciati sul mercato. Allo stato attuale dunque, quali sono i titoli più promettenti per la competizione videoludica più importante a livello mondiale? Scopriamoli insieme.

Tutti gli eSports più promettenti per il 2019

Il 2018 è stato un anno da capogiro per gli eSports, Fortnite Battle Royale è la prova lampante di come il settore videoludico competitivo abbia volto il suo sguardo alla cosiddetta moda del momento, ossia i Battle Royale.

Nel nostro recente articolo Fortnite: Acquisti e Pagamenti Online anche con la criptovaluta Monero, vi abbiamo riportato le esorbitanti cifre registrate dal Battle Royale firmato Epic Games, consultatelo per farvi un’idea di cosa stiamo parlando.

Tra gli eSports più promettenti del 2019 troviamo titoli come Call of Duty Black Ops 4, PUBG, MAGIC, Super Smash Bros Ultimate, Clash Royale e naturalmente Fortnite.

Call of Duty: Black Ops 4

Con Call of Duty: Black Ops 4, Activision è riuscita ad accaparrarsi migliaia di spettatori,  grazie all’introduzione per la prima volta nella serie della modalità Blackout (Battle Royale) oltre che il multiplayer competitivo tradizionale e la modalità Zombi.

In Blackout i giocatori si ritrovano ad esplorare una mappa destinata a restringersi (come avviene solitamente con ogni Battle Royale), allo scopo di recuperare munizioni, armi e tutto l’occorrente per sopravvivere, eliminando allo stesso tempo gli altri giocatori, i quali non potranno più rientrare in gioco fino al termine dell’incontro.

Leggi anche Call of Duty Black Ops 4: Recensione, Trailer e Gameplay

Nonostante Call of Duty abbia sempre avuto un posto speciale negli eSports grazie a modalità come Deathmatch a squadre, dallo scorso anno si è posizionata con prepotenza anche con tra i Battle Royale.

PUBG

Player Unknown’s Battle Grounds nasce come una valida alternativa a Fortnite, proponendo ai giocatori un comparto grafico più realistico e maturo a differenza del cell shading di Epic Games, con le medesime regole di una tradizionale Battle Royale.

Leggi anche Playerunknown’s Battlegrounds: Recensione, Trailer e Gameplay

I giocatori possono partecipare in singolo o con una squadra composta da un certo numero di membri, in una sfida all’ultimo sopravvissuto, dove bisogna esplorare la mappa per recuperare i rifornimenti necessari per resistere fino alla fine dello scontro.

Naturalmente anche in questo caso la mappa si restringe gradualmente, impedendo ai giocatori di “camperare” come si suol dire.

MAGIC

Gli eSports non sono solo Battle Royale ma anche Card Game. Tra i giochi di carte digitali più gettonati vi sono Hearthstone e MAGIC, quest’ultimo il preferito dagli appassionati del genere, in continua espansione ed evoluzione.

Recentemente è stata resa disponibile una nuova espansione che introduce oltre 200 nuove carte e molto altro. Ogni anno sono molti coloro che si recano agli eSports per cimentarsi in duelli di carte senza esclusione di colpi.

Se nei Battle Royale i riflessi, le velocità e precisione sono 3 elementi chiave per la vittoria, in MAGIC la preparazione di un buon deck e il modo in cui lo si utilizza risultano fatali.

Super Smash Bros Ultimate

Lanciato alla fine del 2018, Nintendo è riuscita a conquistarsi un posto speciale nel mondo delle competizioni. Dopo Splatoon 2 e Mario Kart 8 Deluxe, è il turno di Super Smash Bros Ultimate, il quale ha venduto numerose copie in una sola settimana dal lancio.

Leggi anche Super Smash Bros Ultimate: Recensione, Trailer e Gameplay

In Super Smash Bros Ultimate i giocatori si danno battaglia in scenari tratti da vari videogiochi come Zelda, Splatoon, Metal Gear Solid, Donkey Kong e molti altri, nei panni di quasi 90 lottatori con l’aggiunta di centinaia e centinaia di personaggi di supporto, in grado di conferire abilità particolari ai lottatori principali.

Attualmente l’Ultimate è il capitolo più generoso in termini di contenuti, per questo motivo è diventato il fiore all’occhiello di Nintendo per le competizioni videoludiche mondiali.

Clash Royale

Ci spostiamo sul Mobile con il titolo più giocato su smartphone e tablet Android e iOS, prodotto da Supercell (autrice di Clash of Clans e del recente Brawl Stars), ci stiamo naturalmente riferendo a Clash Royale.

In Clash Royale i giocatori devono utilizzare delle carte raffiguranti vari personaggi sul campo di battaglia, evocando gli stessi per distruggere le torri avversarie. L’evocazione di ogni personaggio richiede un certo quantitativo di elisir, il quale si ricarica gradualmente.

Si parte dall’Arena di Addestramento per arrivare alle leghe più elevate di grado. Per ogni Arena vi sono determinate carte che è possibile sbloccare, potenziare e migliorare per dare vita ad un deck devastante. 

Fortnite Battle Royale

Concludiamo con l’eSports per eccellenza, il più giocato, stremmato, visto e cercato dal pubblico, ci stiamo riferendo a Fortnite Battle Royale, sviluppato da Epic Games su PC, PS4, Xbox One, Nintendo Switch, iOS e Android.

Nato inizialmente come buy to play, Fortnite è diventato di recente un free to play competitivo, offrendo a tutti la possibilità di cimentarsi nella Battaglia Reale (altro non è che il tradizionale Battle Royale), proponendo invece la modalità Salva il Mondo (PvE) a pagamento, a coloro che amano la co-operazione più che la competizione.

Leggi anche Fortnite: Recensione, Trailer e Gameplay

Fortnite Battle Royale può essere definito il capostipite del genere, grazie al suo enorme successo nel corso degli anni abbiamo assistito alla nascita di numerose alternative, sia come giochi a se (PUBG) che come modalità (Call of Duty Black Ops 4).

Giovanni Damiano

Appassionato di Videogiochi, Tecnologia e Intrattenimento, trascorre le giornate nei meandri più tenebrosi della Transilvania, cibandosi di conoscenza.

Se volete contattarmi potete farlo con una Email o sui Social Facebook,Twitter, Ludomedia , Instagram.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato