Il professor Layton e il futuro perduto: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 19-07-2020 8:40 Aggiornato il: 19-07-2020 8:41

Dopo Il professor Layton e il paese dei misteri e il Professor Layton e lo Scrigno di Pandora, quest’oggi vogliamo parlarvi di Il professor Layton e il futuro perduto, lanciato di recente in HD su Android e iOS.

Il professor Layton e il futuro perduto Recensione

A distanza di tempo dallo Scrigno di Pandora, LEVEL-5 prosegue la serie il Professor Layton su Android e iOS con il terzo capitolo della saga, uscito nel lontano 2008 su Nintendo DS.

Il futuro perduto inizia con l’arrivo di una lettera al professore, scritta dal Luke del futuro, inizialmente il professore pensando che si tratti di uno scherzo non da peso alla lettera, fino a quando alcune vicende non lo porteranno al ripensamento.

Qualcosa di strano sta accadendo a Londra, da dove proviene il Luke del futuro? Cosa vuole dal professore? Layton e il suo giovane assistente del presente dovranno indagare sul caso.

Il professor Layton e il futuro perduto come il precedente capitolo è doppiato in italiano, a differenza del Paese dei Misteri, con cutscene in HD e la possibilità di girare lo schermo in qualsiasi momento durante la riproduzione dei video, ad eccezione del gameplay che necessita della risoluzione originale.

Se avete giocato almeno una volta al Professor Layton riconoscerete le meccaniche di gioco, basate principalmente sui tap sullo schermo. Tappando sui personaggi è possibile dialogare con loro per ricevere indizi sul caso o nuovi enigmi da risolvere, mentre in alcuni oggetti degli scenari si celano monete utili per ricevere aiuti durante la risoluzione degli enigmi proposti.

Alcuni enigmi sono opzionali, il che significa che vanno trovati e risolti per pur divertimento, altri invece sono obbligatori per il proseguimento della storia, dopotutto si tratta della meccanica di gioco principale, è come se in un RPG con combattimenti a turni si escludesse quest’ultima meccanica.

Gli enigmi sono sempre diversi tra loro ciò porta il gioco ben lontano dalla ripetitività, enigmi basati sulla logica, matematica e razionalità, ed è inutile dirvi che alcuni rompicapi vi lasceranno incollati allo schermo più del dovuto, cercando di venirne a capo tramite dei vani ragionamenti e il blocco note in dotazione, evitando di ricorrere agli aiuti.

Il sistema di aiuto è strutturato in modo da offrire un indizio per volta, in modo da dare ancora al giocatore la possibilità di risolverlo autonomamente, seppure con un piccolo aiuto. Per ogni indizio viene richiesta una moneta, per questo motivo esplorare gli scenari tappando su ogni cosa capiti a tiro diventerà di vitale importanza.

Al termine dell’enigma viene assegnato un punteggio, il quale varia a seconda del numero di tentativi falliti. Alcuni enigmi non si concluderanno fino a quando non risponderete correttamente, altri invece alla prima risposta sbagliata vedrete il professore con aria delusa e rattristata, pronto ad annunciarvi che siete ben lontani dalla risoluzione.

Il professor Layton e il futuro perduto vanta una storia davvero unica, originale e coinvolgente, mai banale e scontata, che vi intratterrà a lungo a fine di scoprire cosa si cela realmente dietro il mistero che ha coinvolto nuovamente Layton e Luke.

Da elogiare i controlli ottimizzati per Mobile, i quali richiamano in parte quelli proposti all’epoca su Nintendo DS, con miglioramenti al comparto grafico e la medesima colonna sonora seppur rimasterizzata.

Se siete appassionati della saga ed avete acquistato i precedenti capitoli, vi consigliamo di non lasciarvi sfuggire quest’ultimo.

Il professor Layton e il futuro perduto Gameplay Trailer

  • 7.8/10
    Grafica - 7.8/10
  • 8.5/10
    Gameplay - 8.5/10
  • 8.4/10
    Sonoro - 8.4/10
  • 8.8/10
    Trama - 8.8/10
  • 8.5/10
    Longevità - 8.5/10
8.4/10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato