Il professor Layton e il paese dei misteri HD: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 02-08-2019 9:08 Aggiornato il: 02-08-2019 9:22

Recentemente vi abbiamo parlato di Il professor Layton e lo scrigno di Pandora HD, quest’oggi vogliamo fare un passo indietro con la Recensione di Il professor Layton e il paese dei misteri HD, primo capitolo della serie per DS e anche primo titolo della saga ad essere stato rilasciato su Android e iOS.

Il professor Layton e il paese dei misteri HD Recensione

Correva l’anno 2007 quando il Professor Layton debuttò su Nintendo DS con il paese dei misteri, primo titolo della saga che venne accolto clamorosamente dai videogiocatori, al punto da spingere Level 5 a produrne molti altri nel corso degli anni.

Purtroppo il Paese dei Misteri è l’unico titolo della serie con doppiaggio in inglese, probabilmente l’assenza dell’italiano è dovuto al fatto che Level 5 non era del tutto convinta del successo del titolo, per fortuna non fu così e ciò convinse il team a sviluppare i successivi capitoli con doppiaggio italiano.

Naturalmente anche se il Paese dei Misteri non è parlato in italiano, vanta comunque del supporto dei sottotitoli, offrendo così ai giocatori che non masticano l’inglese, la possibilità di affrontare  l’avventura ed i tanti enigmi proposti.

La storia inizia con una lettera inviata a Layton da parte della baronessa di un piccolo e misterioso villaggio localizzato su un’isolotto circondato da un fossato. La baronessa chiede l’aiuto del professore per la risoluzione di un caso, senza indugiare Layton e il suo assistente Luke partono alla volta del paese dei misteri ma ciò che li attende li sorprenderà.

Fin dai primi minuti di gioco avrete a che fare con gli enigmi, a dimostrazione di come il team di sviluppo abbia voluto subito porre enfasi sul principale elemento del gioco, il quale arricchisce una narrazione profonda e coinvolgente.

Nel corso dell’avventura sarà possibile interagire non solo con i personaggi incontrati ma anche con gli oggetti, al fine di sbloccare nuovi enigmi oppure ottenere monete da utilizzare per avere degli aiuti durante la risoluzione dei rompicapi.

La meccanica di gioco inedita per la versione Mobile, a differenza della controparte console, risiede nella possibilità di saltare gli enigmi più complessi, utilizzando un’apposito oggetto. In qualsiasi momento è possibile interagire con la valigia in dotazione, al fine di accedere agli enigmi, minigiochi sbloccati, informazioni sulla trama, la mappa ed altro ancora.

Orientarsi nel mondo di gioco è molto semplice, tappando sull’icona di una scarpa e sulle frecce direzionali è possibile spostarsi da una zona all’altra, le quali sono arricchite non solo di edifici ed oggetti di scena ma anche personaggi con i quali interagire.

Se alcuni enigmi sono obbligatori per il proseguimento della trama, altri invece sono opzionali e possono essere skippati come si suol dire. Ad offrire al giocatore la possibilità di giocare gli enigmi non scovati durante le fasi esplorative di ogni capitolo, vi è una nonnina con la quale è possibile interagire e che illustrerà con una lista tutti gli enigmi non scoperti.

La versione Mobile è ottimizzata per smartphone e tablet, dividendo sostanzialmente lo schermo in due parti, proprio come accadeva su Nintendo DS. Una parte destinata alla risoluzione degli enigmi, l’altra invece all’esplorazione.

La remastered propone cutscene in HD, migliorie nel doppiaggio, colonna sonora ed altri accorgimenti che rendono Il Professor Layton e il Paese dei Misteri un Must to Have se avete uno smartphone o tablet Android o iOS.

Il professor Layton e il paese dei misteri HD Gameplay Trailer

  • 7/10
    Grafica - 7/10
  • 8.5/10
    Gameplay - 8.5/10
  • 7.4/10
    Sonoro - 7.4/10
  • 8.8/10
    Trama - 8.8/10
  • 8.5/10
    Longevità - 8.5/10
8/10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato