Riddick: Dark Athena

Pubblicato da: matrixneo84- il: 28-05-2009 22:51 Aggiornato il: 02-09-2015 11:12

Butcher Bay è stato un capolavoro, Dark Athena forse non raggiunge gli stessi livelli di eccellenza o meglio, paragonato al primo episodio, non rinnova così radicalmente il genere ma offre ore di piacevole gioco.

E’ l’anti-eroe per eccellenza: in tempi normali il male sarebbe stato combattuto dal bene, ma sicuramente non sono questi i tempi. E’ spietato, un assassino della peggior specie ma pur sempre un uomo con la sua etica: gli piace uccidere ma uccide avversari anche loro senza scrupoli.

Un killer di assassini, puro istinto che offusca quasi totalmente la sua umanità: è più vicino alla belva che all’uomo ma è anche capace di rischiare la vita per altri meritevoli.

Era doveroso spendere alcune parole su questo personaggio, uno dei più originali e enigmatici che si siano mai visti al cinema: e un personaggio di questo carisma non poteva non riscuotere successo. Ma ciò per un videogioco non basta: e Starbreeze lo sà bene, il rischio è da una parte adagiarsi sugli allori del successo di Butcher Bay e dall’altra non sentirsi in grado di riproporre quel vento di novità, quella brezza che il primo episodio generò.

Sottoposta a questo gioco di forze, forse è stato il piacere della sfida a giovare su questa casa produttrice di videogiochi: e che giochi! Dark Athena ti prende in un attimo e la sua “piacevole” morsa dura fin quando sarete costretti ad abbandonare il gioco a casa di fattori esterni: tipo studio, amici che vi chiamano al cell, la vostra ragazza che non fà che interrompervi durante il gameplay…:D

E si, di motivi per giocare a questo titolo ce ne sono: la grafica è ben curata, le cinematiche davvero interessanti anche per avere un quadro d’insieme delle travagliate vicende di Riddick; il gameplay risulta essersi evoluto e poi chi non sognerebbe di vedere al buio?

In alcuni punti del gioco passeremo automaticamente dalla visuale in prima persona a quella in terza persona: interessante è anche il fatto che quando ucciderete dei droni da combattimento potete usare la loro arma (non trasportabile però).

Vi consiglio poi di nascondere al buio i vostri nemici uccisi in modo da non insospettire l’IA del computer e consentirvi un attacco furtivo: a voi la scelta, volete fare un bel casino o uccidere ad uno ad uno i vostri avversari senza che altri se ne accorgano?

Grafica: 8     Niente è lasciato al caso, un ottimo lavoro.

Giocabilità: 8    Uno dei motivi per cui non smetterete di giocarci

Sonoro: 7     Ci si aspettava di più anche perchè la musica dei film di Riddick è davvero molto bella.

Novità:     Se proprio vogliamo essere pignoli, non così innovativo rispetto al primo capitolo.

Coinvolgimento: 8    Fan o non fan troveranno nel gioco un motivo in più per restare a casa un paio d’ore almeno.

Giudizio finale: 7,5     Dark Athena è uno dei quei titoli che rimaranno nell’immaginario colletivo e uno stimolo in più per Starbreeze nel continuare a perfezionare le dinamiche di gioco delle future uscite, sia che si continui la saga di Riddick o che si crei qualcosa di totalmente nuovo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato