Terminator Salvation

Pubblicato da: matrixneo84- il: 28-05-2009 22:01 Aggiornato il: 02-09-2015 11:12

Salvatevi se potete o giocateci se non avete meglio da fare: dopo l’incredibile flop dell’ultimo gioco tratto dalla saga di Terminator, Grin cerca di rinnovare il brand ma ci riesce solo in parte.

Io amo la saga di Terminator, specialmente i primi due episodi dove dietro la macchina da presa c’era un certo James Cameron: anche il terzo è stato interessante per certi versi e non vedo l’ora di vedere il quarto.

Sappiamo però quanto risulti difficile trasformare le emozioni cinematografiche in emozioni videoludiche o viceversa: spesso i giochi tratti dai film o i film tratti dai giochi sono dei flop clamorosi. Io non oso defenire un insuccesso questo nuovo gioco, anzi per certi versi c’è stata un’evoluzione in positivo ma non tale da superare la mediocrità.

Rispetto ad un altro gioco della Grin, Wanted Weapons of Fate, notiamo una scarsa giocabilità e difficoltà elevata anche scegliendo il livello facile. La rigida suddivisione in capitoli accentua quel senso di spazio chiuso che ci priva di un mondo liberamente esplorabile, appiattendo il gameplay quasi totalmente.

Le cinematic sono discrete ma la grafica non sembra all’altezza: il sonoro è invece l’unico a salvarsi da una mediocrità generale, ricorrono i temi cari ai fan dei 2 Terminator (composti da Brad Fiedel).

Forse una cosa simpatica, ma che forse lascia il tempo che trova, è che durante il caricamento abbiamo la possibilità di spostarci col mouse al fine di ammirare il modello 3d del Terminator: sembra fatto abbastanza bene e incute un certo timore a prima vista 😀

Ma forse c’è poco da ridere e bisogna rammaricarsi per una possibilità non sfruttata a pieno: si intravede un certo lavoro dietro questo titolo ma un gioco è di successo se spinge i videogiocatori a giocarci e giocarci senza mai smettere. Io, fan di terminator e fortemente interessato almeno inizialmente, non riesco a essere coinvolto pienamente.

Consigliato ai fan sperando che vengano attratti maggiormente rispetto al sottoscritto: vorrei un giorno recensire un gioco capolavoro tratto da questa saga cinematografica…quel che mi resta è vedere l’omonimo film e auspico che riaccenda in me la voglia di continuare a giocare e finire questo titolo.

Grafica: 6    Ci si aspettava qualcosa di più.

Sonoro:   Maggiormente curato rispetto al resto.

Giocabilità: 4    Alcuni livelli sono ingiocabili ance scegliendo difficoltà facile: poca libertà d’azione.

Novità:    Niente di rilevante da segnare tranne che dovrete affrontare nuovi robot nemici.

Coinvolgimento: 5    Ti coinvolge nei primi minuti ma poi l’interesse và a scemare, tanta è la frustrazione dei controlli di gioco e l’iper-sensiilità del mouse anche settando il livello minimo.

Giudizio Finale: 5   Ne più, ne meno: se i controlli di gioco fossero stati curati almeno in modo decente, avrebbe strappato una sufficenza. Consigliato ai soli fan…solo nel caso riescano a salvarsi e ad accettare un sistema di controllo scomodo e un gameplay abbastanza arido di novità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato