Detective Gallo: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: x0xShinobix0x- il: 17-08-2018 6:20 Aggiornato il: 17-08-2018 14:42

Dopo The Wardrobe, arriva una nuova avventura grafica Made in Italy che merita la vostra attenzione, ci stiamo riferendo a Detective Gallo, ed oggi vogliamo condividere con voi la nostra Recensione, dopo aver messo le mani sulle edizioni PC e PS4 (gioco disponibile anche su Switch)

Detective Gallo Recensione

Nel gioco vestiamo i panni di un Gallo Detective, chiamato dal suo primo cliente per risolvere un misterioso caso, scoprire l’identità di un brutale assassino di piante e consegnarlo alla giustizia.

Il punto di forza di Detective Gallo risiede indubbiamente nel comparto grafico, realizzato in cell shading e ispirato al Topolino (fumetto) che ha accompagnato la crescita di molti.

Questa nuova avventura grafica italiana è ambientata in una cittadina i cui personaggi ricordano gli abitanti di Paperopolis, sia in aspetto che carattere, dalla venditrice di dolci all’avido commerciante.

Dopo aver assistito ad una cutscene, ci ritroviamo nel nostro ufficio, pronti per iniziare la nostra prima indagine da Gallo Detective.

In qualsiasi momento, nella parte superiore dello schermo, è possibile accedere all’inventario dove poter analizzare, utilizzare o fondere tra di loro gli oggetti raccolti nel corso dell’avventura.

Alcuni di essi potranno essere utilizzati al fine di risolvere il misterioso caso, altri invece per lo sblocco degli obiettivi secondari.

Come ogni avventura grafica che si rispetti, per ogni personaggio e oggetto avremo 2 azioni a disposizione, l’analisi e l’interazione. Nel primo caso Gallo si limiterà ad osservare l’oggetto o persona esprimendo un giudizio, nel secondo invece ad interagire.

In qualsiasi momento è possibile cambiare oggetto rapidamente, evitando di accedere all’inventario tradizionale, utilizzandoli con gli oggetti o personaggi presenti nella scena.

Non mancano all’appello commenti ironici, sia durante i dialoghi con i personaggi che nei monologhi di Gallo. In qualsiasi momento utilizzando il cellulare, è possibile contattare l’informatore per avere un indizio sul da farsi o in alternativa ricorrere al diario portatile, da dove è possibile inoltre salvare o caricare i progressi.

Premendo l’apposito pulsante è possibile conoscere tutti i punti con cui interagire, i quali scompariranno dopo aver lasciato il tasto, offrendoci uno scenario pulito e privo di HUD, portandoci dunque a ricordare l’esatta posizione dei punti interattivi.

Tramite i cartelli stradali sparsi per gli scenari ci si orienta nelle poche ambientazioni presenti, con la possibilità di velocizzare lo spostamento tramite un doppio click sulla freccia. 

L’assenza di una mappa viene compensata dalla presenza di alcune scorciatoie, le quali consentono di raggiungere rapidamente i vari luoghi.

Come ogni avventura grafica che si rispetti ci ritroveremo spesso a tornare sui nostri passi, per raccogliere oggetti inizialmente inaccessibili o interagire con i personaggi per ottenere indizi, strumenti ed altro utile allo scopo.

Ottimo il comparto grafico cosi come il doppiaggio, il quale si sposa alla perfezione con ogni singolo personaggio presente nel titolo, conferendogli la giusta intonazione ed espressione, discreta invece la longevità che si attesta sulle 3-4 ore circa.

Se amate le avventure grafiche, non potete assolutamente lasciarvi sfuggire questo mini capolavoro Made in Italy, il quale vi strapperà un sorriso di tanto in tanto, lasciandovi incollati alla sedia per l’intera durata.

Detective Gallo Gameplay Trailer

  • 8.5/10
    Grafica - 8.5/10
  • 7.8/10
    Gameplay - 7.8/10
  • 7.5/10
    Sonoro - 7.5/10
  • 6.5/10
    Longevità - 6.5/10
  • 6.8/10
    Trama - 6.8/10
7.4/10

Commenti (2)

  1. Il gioco è disponibile sia per PS4 che per Switch!

  2. si, abbiamo rettificato la recensione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato