Ary and the Secret of Seasons: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 01-09-2020 9:00 Aggiornato il: 01-09-2020 8:41

A distanza di tempo dall’annuncio, Ary and the Secret of Seasons sarà disponibile tra pochi giorni su PC, PS4, Xbox One e Nintendo Switch, quest’oggi vogliamo condividere con voi la nostra Recensione, dopo aver trascorso del tempo in sua compagnia su console.

In un periodo di grandi uscite come Marvel’s Avengers, è difficile proporre un gioco che possa distogliere lo sguardo dei giocatori dai Tripla A, a meno che non siate dei genitori con dei figli piccoli o amanti del genere platform avventura.

Senza indugiare a seguire vogliamo parlarvi dunque di Ary and the Secret of Seasons.

Ary and the Secret of Seasons Recensione

In Ary vestite i panni di una bambina, la quale vive nel suo tranquillo e piccolo villaggio asiatico in compagnia di sua madre. I giorni trascorrono in serenità, fino a quando il villaggio non viene attaccato da un branco di iene e la Stagione invernale che contraddistingue il luogo in cui vive, scompare per lasciar posto alla primavera.

Il padre in eredità ha lasciato alla piccola Ary il potere di controllare l’inverno, ben custodito e che dovrà recuperare a inizio avventura, mentre il defunto fratello una spada di legno che potrà e dovrà usare per difendersi dalle minacce lungo il cammino. Decisa a riportare la pace nel villaggio e scacciare la minaccia, Ary intraprenderà un lungo viaggio in cerca del potere delle 4 Stagioni.

Ary and the Secret of Seasons è un platform d’avventura free roaming, il che significa che avete la possibilità di girovagare liberamente per gli scenari in cerca di missioni ed attività secondarie, collezionabili, forzieri da aprire e monete con le quali commerciare presso i venditori incontrati.

Partiamo subito parlandovi della prima nota dolente del titolo, nonostante scenari di grandi dimensioni e la possibilità di esplorarli liberamente, l’assenza di stimoli che portano e convincano il giocatore a spulciare ogni angolo degli stessi, vi porterà inevitabilmente a dedicarvi alla sola modalità Storia più che andarevene in giro in cerca del niente assoluto.

Ogni tanto vi capiterà di imbattervi in forzieri contenenti per lo più monete da spendere presso i negozianti, gli scenari seppur di grandi dimensioni spesso sono vuoti, se non fosse per la presenza di qualche personaggio di tanto in tanto pronto a intrattenervi o affidarvi un’attività secondaria da portare a termine, al fine di distogliere lo sguardo dai titoli di coda e incrementare la longevità del gioco, la quale si attesta su una decina di ore circa.

Sempre restando sui lati negativi del titolo, c’è da segnalare la presenza di un radar dalle dimensioni titaniche, collocato nell’angolo in basso a destra dello schermo, e per titaniche intendiamo davvero grande, da occupare una bella porzione di schermo, il che lascia pensare perchè il team non abbia optato per un sistema di orientamento differente o la possibilità di regolare la dimensione dello stesso. Il radar mette in bella mostra i personaggi con i quali è possibile interagire, o forzieri da aprire ed ovviamente l’obiettivo da raggiungere.

Sul fronte tecnico il titolo purtroppo è afflitto da bruschi cali di frame rate ed una pessima gestione della camera, la quale nonostante sia regolabile in distanza dalle impostazioni, spesso va per conto suo, si allontana di molto nei combattimenti e diventa ingestibile sopratutto nelle fasi platform. Gli spostamenti di Ary nello scenario sono mal ottimizzati, al punto che spesso finirete nel vuoto nel tentativo di saltare su una piattaforma. Anche graficamente parlando il gioco non brilla di luce propria come si suol dire, dando più la sensazione di trovarsi in un titolo sviluppato con l’Unreal Engine 3 e di vecchia genereazione che di fine attuale.

Dunque Ary and the Secret of Seasons è da buttare? Non del tutto. Il gioco offre una meccanica originale, coinvolgente e divertente, ossia la possibilità di gestire le stagioni a proprio vantaggio, passando da una all’altra in qualsiasi momento, una volta ottenute si intende, sfruttandole per modificare lo scenario, tramutando ad esempio i nemici in cubi di ghiaccio da usare per raggiungere delle piattaforme sopraelevate. E il sistema di combattimento come è? Per gli amanti del genere non è a turni ma in tempo reale, utilizzando le armi ed abilità a disposizione potrete avere la meglio sui nemici e boss incontrati, bloccando la camera su di loro per poter gestire al meglio spostamenti come le schivate e gli attacchi.

Nel corso dell’avventura come anticipato potrete accumulare denaro, da spendere presso 2 differenti negozianti, il primo di oggetti puramente estetici e il secondo di potenziamenti per Ary. Potrete dunque migliorare le abilità della protagonista, incrementare la vita, l’attacco e difesa o personalizzarla con nuovi capi d’abbigliamento, ciò vi porta inevitabilmente a cercare di arraffare quante più monete possibili lungo il tragitto, nonostante in termini di numero non vi siano poi molti oggetti estetici o potenziamenti da ottenere.

Il gioco è doppiato in inglese ma supportato dai sottotitoli italiani, ciò vi permette di comprendere la trama ed i dialoghi, qualora non siate esperti con l’inglese.

Ary and the Secret of Seasons è l’ideale per i più piccoli, meno invece per un pubblico adulto che cerca qualità in un platform, sopratutto considerando che ad un costo simile vi sono giochi decisamente più validi come New Super Lucky’s Tale.

Ary and the Secret of Seasons Gameplay Trailer

6.4/10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato