Little Devil Inside accusato di razzismo, pertanto verrà modificato

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 13-06-2020 13:30

Viviamo in un periodo molto particolare, sopratutto dopo i recenti avvenimenti che hanno scosso gli Stati Uniti e non solo, ci stiamo riferendo al caso Floyd.

Ciò che è accaduto a Floyd ha spinto ancora più il piede sull’acceleratore quando si tratta determinate tematiche, sopratutto in un videogioco come Little Devil Inside, il quale è stato accusato di razzismo dopo la sua presentazione durante l’evento PS5.

Little Devil Inside criticato per razzismo

Il team di sviluppo ha accolto i feedback a suo malgrado replicando come segue:

Prima di tutto ci teniamo a scusarci con coloro che si sono sentiti offesi per la rappresentazione dei nostri personaggi, ma non volevamo in alcun modo essere razzisti.

Nessuno ha mai commentato o anticipato qualcosa sul design dei personaggi del gioco, ad ogni modo li modificheremo. Non volevamo essere razzisti, ma abbiamo realizzato i personaggi in questione puntato al misticismo, volevamo creare dei protettori e guardiani delle loro terre.

Non ci siamo ispirati ad alcuna tribù realmente esistente che sia africana o afro-americana. I nostri designer hanno effettuato diverse ricerche prima di crearli. Siamo nuovi in molte aree, per tanto ci scusiamo ancora per il disagio.

Modificheremo il colore della pelle, le labbra, i capelli ed altri elementi dei personaggi in questione prima di lanciare il gioco.

A seguire potete dare uno sguardo agli stessi nel Trailer:

Commenti (2)

  1. Siamo arrivati alla frutta…

  2. Accusare di razzismo solo per personaggi di tema “TRIBALE” mette alla luce quanto siano razziste le proteste degli anti-razzisti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato