Una battuta su COD ai TGA non è piaciuta agli sviluppatori

Christopher Judge ai Game Awards 2023: Una Battuta su COD ha acceso un dibattito

I Game Awards 2023 non sono stati solamente la vetrina dei vincitori, ma hanno anche catalizzato una serie di controversie che hanno catturato l’attenzione del pubblico, tutto grazie a un commento scherzoso di Christopher Judge, noto per aver dato voce a Kratos in God of War Ragnarok. La sua battuta pungente riguardo alla durata della campagna di Call of Duty di quest’anno ha scatenato una reazione a catena che ha diviso gli spettatori. Avete già saputo del cambiamento in arrivo al matchmaking di Call of Duty Modern Warfare 3?

Una battuta su COD ai TGA 2023 scatena gli sviluppatori

Nel corso della serata, dopo il suo memorabile discorso d’accettazione dell’anno precedente, durato ben otto minuti, Judge ha colpito il palco con un’affermazione che ha suscitato risate e discussioni: “Il mio discorso è stato più lungo della campagna di Call of Duty di quest’anno!”

Sebbene questo commento abbia fatto ridere molti presenti, non tutti hanno accolto positivamente questa battuta. Gli sviluppatori di Call of Duty hanno espresso il loro disappunto, dando vita a una serie di opinioni contrastanti sui social media. Ajinkya Limaye, Senior Systems Designer legato precedentemente a Infinity Ward, ha ironicamente sottolineato che, sebbene il commento fosse “divertente”, le vendite di Call of Duty superano nettamente quelle di God of War, forse addirittura sommate.

Nelson Plumey, Associate Art Director di Treyarch, ha sollevato la questione dell’engagement e degli introiti a lungo termine, suggerendo che i giochi della serie Call of Duty abbiano un impatto finanziario superiore rispetto ai titoli della serie God of War.

Annunci e Trailer dal COD Next
Call of Duty Next – Gamerbrain.net

Tuttavia, non tutti i commenti sono stati altrettanto taglienti. Darcy Sandall, Expert Engineer di Sledgehammer Games e coinvolto nello sviluppo di Modern Warfare 3, ha adottato un tono più riflessivo. Pur riconoscendo di aver affrontato critiche più severe come sviluppatore di COD nel corso degli anni, ha evidenziato la sorpresa nel sentire quel tipo di commento, soprattutto in un evento volto a celebrare i successi dell’industria videoludica.

Questo dibattito si è infiammato ulteriormente dopo le rivelazioni sullo sviluppo travagliato di Call of Duty Modern Warfare 3, emerse da un rapporto di Jason Schreier. Il report ha evidenziato periodi di lavoro estremamente intensi e problematici durante il processo di sviluppo del gioco.

Questa controversia, che ha animato i riflettori dei Game Awards 2023, ha sollevato domande sulla natura dei commenti ironici in un contesto così celebrativo e ha riportato sotto i riflettori il dibattito tra gli sviluppatori riguardo al valore e al successo dei rispettivi titoli nel panorama videoludico. Resta da vedere come questa discussione evolverà e se porterà a una riflessione più ampia sull’industria del gioco e sulle sue complessità.