Anteprima Armin Van Buuren: In the Mix

Pubblicato da: Luca M.- il: 09-08-2010 9:18 Aggiornato il: 11-06-2015 10:05

Gli sviluppatori di TransGaming Inc. sapevano perfettamente che competere con titoli del calibro di DJ Hero non sarebbe stata un’impresa facile. Per questo motivo, hanno deciso di creare un titolo leggermente differente dagli altri, un “DJ Sìmulator“. che permette ai giocatori di creare i propri mix e di farli ascoltare nelle discoteche di tutto il mondo. Sì chiama Armin Van Buuren: In The Mix.


Per creare quello che vuole essere un simulatore DJ, è stata implementata un’interfaccia piuttosto complessa che unifica un classico pentagramma, dei crossfaders e tante tante manopole. All’inizio, infatti, sarà difficile, ma grazie ad un tutorial integrato nel gioco, probabilmente riuscirete a prendere la mano.

Cerchiamo di spiegare un tantino questa particolare interfaccia. Al centro dello schermo avrete una sorta di tunnel creato da quattro righe che pulseranno a ritmo. Ai quattro angoli dello schermo, potrete vedere un piatto. I due inferiori, contengono le canzoni che state mixando, mentre dai due superiori potrete accingere per aggiungere effetti o samples. Per iniziare il vostro mix, dovrete puntare ad uno dei due piatti inferiori. Così facendo, una lista di tracce apparirà e potrete scegliere con quale canzone iniziare. Dopodichè, potrete aggiungere un’altra traccia dal piatto opposto e mixarla a quella esistente grazie ai crossfaders.

Le tracce sono già allo stesso battito per minuto, ma in ogni caso, una volta che comincerete a mixarle, dovrete eseguire un piccolo minigame che vi permetterà di mantenere il tempo esatto. Due dischi segnati da una linea nera su un lato, appariranno al centro dello schermo. L’obiettivo è quello di fermarli per allineare perfettamente le due linee. Fatto questo, sarete liberi di mixare le vostre tracce in totale libertà.

Durante la vostra performance, delle icone appariranno periodicamente sullo schermo, mostrandovi l’azione che dovrete effettuare. Per esempio, dovrete utilizzare i crossfaders, alzare le mani e applaudire per incitare il pubblico e aggiungere effetti. Questi ultimi li potrete trovare nel piatto in alto a sinistra. Tra i tanti, potrete aggiungere dei delay, cori o filtri di vario genere. Come detto in precedenza, potrete aggiungere anche dei samples dal piatto in alto a destra, come loop di diversi strumenti o di voci.

Nella modalità Carriera, come era lecito aspettarsi, potrete scalare la vetta dei DJ più famosi al mondo. Inizierete la vostra strada con solamente due piatti ed un mixer, suonando per feste o piccole discoteche. Proseguendo nel gioco, però, guadagnerete soldi che potrete utilizzare per comprare nuova attrezzatura come cuffie, nuovi piatti e così via. Alcuni degli oggetti acquistabili, avranno l’unica utilità di semplificare le azioni che dovrete eseguire durante le vostre performance; mentre, altri, saranno necessari al fine di avere il permesso di suonare in location più importanti.

Prima di cominciare ogni “concerto”, dovrete compilare la vostra setlist, che dovrà consistere in un minimo di due canzoni. La scelta non dovrà essere casuale, in quanto ogni location conterrà persone che apprezzano un determinato genere di musica.

Per chi non è in vena di sfide, c’è la modalità Party, in cui potrete mixare le vostre canzoni in tutta libertà. Ci sono circa sette ore di musica (più di 60 canzoni) con cui divertirsi, in maggior parte dell’artista da cui il gioco prende il nome (Van Buuren) ed altre dei suoi DJ preferiti.

Interessante è la possibilità di creare la propria canzone grazie allo studio integrato nel gioco. Potrete usare i samples presenti nel gioco per costruire una semplice traccia in 8 canali. Sfortunatamente, le vostre creazioni non potranno essere utilizzate nella modalità Carriera, ma potrete divertirvi con loro nella modalità Party.

Armin Van Buuren: In the Mix non è un gioco per tutti, ma per gli amanti del genere, è sicuramente un titolo da provare. Sarà disponibile su Nintendo Wii a partire dal 21 Agosto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato