GRID 2019: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 13-10-2019 8:21

Uno dei giochi di guida più amati dal pubblico è decisamente GRID, al quale possiamo dare i meriti di aver introdotto il REWIND, funzionalità che permette di ripetere una curva, un sorpasso o una sezione della competizione andata male. Quest’oggi vogliamo condividere con voi la Recensione di GRID 2019, la nuova edizione del racing game firmato Codemasters.

 

GRID 2019 Recensione

GRID 2019 è un vero e proprio reboot per la serie, nonostante mantenga un gameplay puramente Arcade rispetto a molti altri titoli simulativi. Codemasters ha lavorato duramente nel corso degli anni per rilanciare la serie nel migliore dei modi, proponendo ai giocatori una generosa quantità di contenuti tra vetture, tracciati ed eventi.

Nel corso della Carriera potrete gareggiare su circuiti come Barcellona, Shangai, San Francisco e molti altri, a bordo di vetture provenienti da scuderie come Porsche, Volkwsagen, Ford ed i brand più famosi.

Ogni circuito può essere affrontato in differenti condizioni climatiche e momenti della giornata, mettendo in bella mostra fin dai primi secondi di gara l’egregio lavoro svolto dal team nella cura dei dettagli, sia per le vetture che per gli scenari. 

Oltre la modalità Libera è presente la Carriera, quest’ultima vanta una lunga e per lunga intendiamo davvero una lunga serie di eventi ai quali partecipare, che vi permetteranno di salire a bordo di vetture di ogni tipo, che dovranno essere acquistate con la valuta di gioco, guadagnabile dal completamento delle gare.

Inizialmente avrete a disposizione vetture gratuite da guidare ma che naturalmente contano specifiche tecniche inferiori a quelle da acquistare, ma con le quali potrete iniziare a vincere i primi eventi, scalando dunque la classifica fino al successo in modo graduale.

Carriera è decisamente il cuore dell’esperienza di gioco proposta, ad affiancarla è la modalità Libera, la quale vi permette di scegliere tracciati e impostazioni oltre le vetture, nonostante per quest’ultime venga richiesto l’acquisto tramite la principale modalità.

 

Il gioco offre sostanzialmente 2 sotto modalità, la prima è la gara tradizionale contro gli avversari, la seconda invece è contro il cronometro, nonostante anche in quest’ultima siano presenti corridori pronti a mettervi i bastoni tra le ruote come si suol dire.

L’intelligenza artificiale presente in GRID 2019 è aggressiva, detesta perdere, competitiva e pronta a tutto per speronarvi, sorpassarvi e danneggiarvi la vettura il più possibile, ed è qui che entra in gioco una nuova meccanica per la serie, la possibilità di contare su un compagno di squadra per avere manforte durante la competizione.

Nel corso dell’evento potrete ordinare al compagno di attaccare o difendere, mantenere la posizione ed essere maggiormente competitivo, compagno che può essere sostituito con uno dei tanti da sbloccare nel corso della Carriera, ognuno con caratteristiche differenti.

Numerose le vetture da acquistare utilizzando la valuta guadagnata nel corso della Carriera, con la possibilità di scegliere livree e settare il bolide per renderlo più personale possibile, nonostante non siano presenti grandi modifiche estetiche, rimanendo fedeli il più possibile alle reali vetture.

La Carriera richiede il completamento di un certo numero di eventi per giungere alla finale, lasciando al giocatore la libertà di decidere in quali categorie di auto competere, ognuna con tracciati diversificati a seconda delle vetture.

Da percorsi cittadini per le auto da formula uno a gare in scenari più aperti, il tutto realizzato con uno stile grafico che probabilmente è il fiore all’occhiello dell’intera esperienza, sfoggiando modelli poligonali delle vetture e degli scenari di tutto rispetto.

Inutile dirvi che il comparto grafico sfodera i suoi assi nella manica, rendendo le gare piacevoli da vedere nonostante la presenza di qualche glitch grafico che probabilmente verrà risolto con degli aggiornamenti.

E se il comparto grafico è da elogiare non possiamo dire lo stesso per il gameplay, il quale a volte da la sensazione di trovarsi a bordo di vetture poco stabili e che sembrano più slittare su circuiti bagnati che rimanere saldamente incollate all’asfalto.

Ottimo invece il comparto audio, sia per la colonna sonora che accompagna il giocatore nei menù che per il rombo dei motori durante la competizione. 

GRID 2019 è tornato nel migliore dei modi, un reboot che rilancia la saga al meglio nonostante vi sia ancora molto lavoro da fare per tramutare il gioco di guida da Arcade a Simulativo, ma la scelta di Codemasters di offrire una serie di contenuti molto numerosi è decisamente un grande passo in avanti rispetto i precedenti capitoli.

La cura nei dettagli per auto e circuiti è la dimostrazione di come il team non si sia impegnato solo nell’offrire più contenuti possibili ma anche farli nel modo migliore. Se avete apprezzato i precedenti titoli della saga e siete alla ricerca di un nuovo gioco di guida Arcade e competitivo, allora GRID 2019 potrebbe fare al caso vostro.

  • 8.5/10
    Grafica - 8.5/10
  • 8/10
    Gameplay - 8/10
  • 8.5/10
    Sonoro - 8.5/10
  • 8.6/10
    Longevità - 8.6/10
8.4/10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

Termini di ricerca:

  • grid recensione