Far Cry 5 – Ore di Tenebra: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: x0x Shinobi x0x- il: 13-06-2018 12:30 Aggiornato il: 19-06-2018 8:33

Concludiamo il nostro trio di Recensioni giornaliere con la prima espansione di Far Cry 5 intitolata Ore di Tenebra, su gentile concessione Ubisoft.

Far Cry 5 – Ore di Tenebra Recensione

Dopo aver portato a termine la campagna principale di Far Cry 5, è tempo di cimentarsi nella prima espansione, la quale ci porta nel bel mezzo di una giungla armati fino ai denti in puro stile Rambo.

L’espansione abbandona il Montana portandoci nel Vietnam del 1955. Fatti prigionieri dai vietcong, ci svegliamo all’interno di una prigione realizzata con le canne di bambù, come noi anche gli altri membri della squadra sono tenuti prigionieri, il nostro obiettivo è di liberarli facendoci strada nella fitta giungla.

Dopo aver recuperato la radio da un elicottero abbattuto, ci dirigiamo alla volta del punto di estrazione, dopo aver naturalmente salvato i compagni intrappolati.

A differenza della tradizionale avventura, l’espansione non lascia molto spazio all’esplorazione, focalizzando l’attenzione del giocatore su trama e azione piuttosto che su attività secondarie.

Come accade in Rambo anche in Ore di Tenebra dovremo decidere l’approccio da utilizzare, da uno stealth silenzioso e letale a dei veri e propri massacri a cielo aperto.

Tramite l’istinto di sopravvivenza è possibile studiare l’ambiente circostante, analizzando il movimento dei nemici prima di sferrare l’attacco, oltre la possibilità di muoversi più rapidamente utilizzando l’Adrenalina, il che ricorda molto il primo capitolo della serie Far Cry.

Tra le altre abilità vi sono la possibilità di ridurre i danni in caduta, marcare automaticamente i bersagli o avvistarli anche al di la dei muri.

Sparsi per lo scenario vi sono naturalmente obiettivi secondari da portare a termine, tra cui la liberazione dei prigionieri, la raccolta delle informazioni o la distruzione degli altoparlanti di propaganda comunista.

Eliminando i nemici è possibile rovistare tra le tasche dei cadaveri per recuperare accendini ed altri oggetti utili. Come accade in Far Cry 5 anche in Ore di Tenebra vi sono dei comandanti da eliminare per ogni regione, con la possibilità di giungere agli stessi solo dopo aver completato degli incarichi.  

Liberando i soldati prigionieri è possibile ingaggiarli nella squadra, dando loro ordine di aprire il fuoco di supporto, fornendoci una buona copertura.

3 sono le classi dei personaggi liberati tra cui soldato, specialista e artigliere. La longevità dell’espansione è di circa un’ora, la quale si estende per i completisti, grazie alle attività secondarie, collezionabili ed altro ancora.

Portata a termine a livello normale, è possibile rigiocarla in due ulteriori modalità, rivolte ai giocatori più esperti, con poche munizioni e barra vitale a disposizione oltre che maggiore allerta da parte dei nemici.  

Graficamente parlando il titolo non delude e come per la campagna principale, propone modelli poligonali, animazioni e scenari di tutto rispetto.

Ottimo il comparto audio e altrettanto la giocabilità, la quale rimane fedele al titolo originario ma con le aggiunte di cui vi abbiamo parlato in precedenza. 2 ulteriori espansioni sono in arrivo nel corso dei prossimi mesi, non appena avremo modo di provarle non esiteremo a condividere con voi le nostre impressioni.  

Per rimanere sempre aggiornati su tutte le novità o commentare le notizie in tempo reale, vi invitiamo ad unirvi alla nostra community su Discord o Telegram

Far Cry 5 – Ore di Tenebra Gameplay Trailer  

  • 8.5/10
    Grafica - 8.5/10
  • 9/10
    Gameplay - 9/10
  • 8.4/10
    Sonoro - 8.4/10
  • 7.5/10
    Trama - 7.5/10
  • 7/10
    Longevità - 7/10
8.1/10

x0x Shinobi x0x

SEO WEB COPYWRITER: Recensore, Tester, Blogger e Youtuber, appassionato di Tecnologia e Intrattenimento videoludico

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato