eFootball PES 2020: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 16-09-2019 8:47 Aggiornato il: 16-09-2019 8:48

Dopo il nostro confronto di FIFA 20 vs PES 2020, quest’oggi vogliamo condividere con voi la Recensione di quest’ultimo, dopo aver trascorso diverso tempo in compagnia dell’appuntamento annuale calcistico di Konami.

eFootball PES 2020 Recensione

Iniziamo subito anticipandovi che Konami ha segnato un grande Goal quest’anno, acquisendo importanti licenze UEFA, al fine di arricchire ulteriormente il parco contenuti di PES 2020.  Una delle novità che saltano subito all’occhio del giocatore è la modalità Match Day, una sorta di torneo online basato sulle reali partite, le quali consentono al giocatore di svolgere la stagione calcistica in concomitanza.

Una volta scelta la squadra dovrete affrontare un torneo partita dopo partita, fino alla grande finale che verrà trasmessa in Streaming. Vincendo le partite si ottengono ricompense che possono essere riscattate collegando l’account MyClub, contrastando l’Ultimate Team di FIFA.

Parlando del MyClub, non vi sono novità eclatanti rispetto l’edizione dello scorso anno, si inizia con la scelta dell’allenatore di una squadra con calciatori sconosciuti, affidando al giocatore la libertà di acquistare, vendere, noleggiare dei veri campioni.

Il Match Day non è l’unica novità introdotta, nonostante sia la sola modalità inedita, Konami in PES 2020 ha rivoluzionato la modalità Master League, attraverso l’inserimento della componente narrativa e nuovi parametri di configurazione, al fine di migliorare le trattative e valutazione dei giocatori.

La scelta dell’allenatore ricade sulla possibilità di modificare le sue fattezze, scegliendo inoltre alcuni dei modelli presenti, legati naturalmente a leggende del passato. L’allenatore scelto comparirà di tanto in tanto nelle sequenze di intermezzo, al fine di stimolare la squadra a dare il meglio di se in vista di un match.

Torna in PES 2020 una vecchia conoscenza, modalità molto amata dai giocatori, parliamo naturalmente di Diventa un Mito, la quale viene aggiornata con una nuova interfaccia più che con contenuti inediti.

Sul campo gli arbitri appaiono più generosi rispetto il passato, con meno fischi del solito e di conseguenza cartellini, risultando precisi la maggior parte delle volte. Ed è proprio nelle sessioni di gioco che è possibile ammirare il lavoro svolto dal team nel rendere la nuova edizione più realistica possibile.

Konami ha apportato notevoli migliorie alle animazioni dei giocatori oltre che all’implementazione di ulteriori meccaniche, ad esempio in PES 2020 risulterà di vitale importanza calcolare bene la posizione del giocatore al quale si desidera passare la palla con un passaggio filtrato, cross o altro.

Anche l’intelligenza artificiale ricopre un ruolo chiave, le squadre avversarie attaccano il giocatore in modo vario, a dimostrazione di come il team non si sia focalizzato su pattern precisi, abolendo la prevedibilità.

Inutile dire che anche la dinamica del pallone riceve importanti modifiche, perfezionata dagli sviluppatori per rendere le sfide più realistiche, conferendo al pallone effetti differenti a seconda dell’azione svolta. 

Una delle novità per quanto riguarda il Gameplay, riguarda il Finesse Dribbling, un sistema di controllo basato sulla precisione, legato all’utilizzo delle levette analogiche del controller, utilizzabile per mosse speciali di vario tipo al fine di spiazzare l’avversario. 

Padroneggiare l’uso di questa funzionalità richiede del tempo, in quanto è possibile ricorrere a molteplici movimenti per ingannare gli avversari. Passiamo ora ai portieri i quali hanno ricevuto delle modifiche consentendogli di avere meno incertezze nel gettarsi da un lato all’altro della porta durante il tiro avversario, parando la maggior parte dei tiri a volte anche impossibili.

Ma non tutto è oro ciò che luccica, se il portiere difende al meglio il pallone in porta non lo fa con altrettanta precisione nell’area, risultando lento e indeciso sulle uscite, facendosi sorprendere da pallonetti, passaggi ed altre azioni da parte degli avversari.

Tornando al discordo licenze, quest’anno Konami ha segnato un grande Goal nel settore videoludico, attraverso l’acquisizione della Juventus,obbligando FIFA 20 ad utilizzare il fittizio nome Piemonte Calcio.

Il Fox Engine con PES 2020 lavora sodo e lo fa egregiamente per quanto riguarda la modellazione poligonale e animazione dei calciatori e dello stesso stadio, a discapito di qualche calo di tanto in tanto.

Inutile dire che non manca all’appello sia il supporto per la risoluzione 4K che HDR. Importanti modifiche anche all’interfaccia grafica del menu principale, il quale propone le varie voci sotto forma di icone che permettono di selezionare le varie modalità e opzioni su uno sfondo dove il viola la fa da padrone.

Konami con PES 2020 ha decisamente migliorato la navigabilità nei menu, rendendoli più veloci e intuitivi possibili, offrendo al giocatore la possibilità di avere tutto l’occorrente sotto controllo, sopratutto in modalità come la Master League.

Da sempre il comparto sonoro è stato uno delle colonne portanti del titolo calcistico, sfoggiando una playlist di tutto rispetto, piacevole da ascoltare sia durante la navigazione nei menu che nell’attesa di trovare un nuovo giocatore nel multiplayer online.

La telecronaca è affidata a Fabio Caressa e Luca Marchegiani con l’aggiunta di numerose frasi inedite, i quali fanno da contorno ai commenti della partita e delle azioni salienti della stessa. 

PES 2020 viene lanciato sul mercato con un grande aggiornamento per le rose, il quale sistema le varie squadre sulla base delle modifiche al reale mercato. Da elogiare il comparto multiplayer online, in quanto consente di trovare un nuovo giocatore da sfidare nel giro di pochi secondi, evitando lunghe code.

Affidabilità anche nel gameplay online, con pochi cali di framerate in presenza di giocatori con connessione non estremamente generosa.  PES 2020 quest’anno da il meglio di se e lo fa nel tentativo di stappare ad EA dei giocatori, i quali potrebbero optare per il titolo Konami. 

  

eFootball PES 2020 Gameplay Trailer

  • 8.5/10
    Grafica - 8.5/10
  • 9.4/10
    Gameplay - 9.4/10
  • 9.4/10
    Sonoro - 9.4/10
  • 8.8/10
    Longevità - 8.8/10
9/10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato

Termini di ricerca:

  • Pes 2020 trailer wallpaper