Drago Dino: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 05-05-2018 6:50

Dopo il debutto su PC, il colorato platform di TealRock Studio “Drago Dino” approda anche su console, ed oggi vogliamo condividere con voi la nostra Recensione.   Prima di proseguire nella lettura, vi invitiamo ad unirvi alla nostra community su Discord.

DragoDino Recensione

Qualcuno ha rubato le uova dei dinosauri, il nostro compito è quello di recuperarle, nei 10 livelli che compongono l’avventura di Drago Dino. Il titolo mescola il genere action al platform, portandoci in stage 2D, dove dovremo eliminare nemici a volontà per proseguire verso la fine gli stessi. 

Ogni livello è suddiviso in aree, le quali si sovrappongono verticalmente, rendendo il platform un 2D a scorrimento verticale, a differenza del tradizionale orizzontale. Eliminando i nemici di ogni area, viene sbloccato l’accesso a quella successiva, raggiungibile con il super balzo di Drago Dino.

Sconfiggendo le creature che popolano i livelli, veniamo ricompensati con dei cristalli, i quali si differenziano sia in colorazione che abilità.

Una volta raccolti ed equipaggiati si ottengono varie agevolazioni, mentre raccogliendo le monete, è possibile spenderle presso i negozi locali, dove acquistare potenziamenti per la vita, gli attacchi ed altre abilità extra.

Drago Dino ci pone di fronte 2 livelli di difficoltà, Normale e Hardcore. Nel primo avremo a disposizione 3 vite e Checkpoint, mentre in Hardcore una sola vita e nessun checkpoint. 4 i draghetti che è possibile selezionare inizialmente ed ulteriori 4 sbloccabili.

Ogni drago varia non solo in aspetto ma anche in caratteristiche, alcuni rivolti alla velocità di movimento e azione ma con meno energia, altri più forti ma allo stesso tempo più lenti. 

Il punto forte di Drago Dino risiede nella co-operativa, purtroppo solo locale, la quale ci consente di giocare i livelli con un amico tramite la suddivisione orizzontale dello schermo. Ogni giocatore può selezionare uno dei draghi disponibili, disponendo di una barra vitale e rune magiche indipendenti.

Tramite la mappa di gioco è possibile tenere sotto controllo lo status di avanzamento della campagna,  con gli oggetti speciali raccolti o le immagini della galleria sbloccate. Tramite la pressione del tasto Start durante i livelli, si accede ad un menu dove è possibile attivare o meno il timer, consultare i comandi, riprovare il livello, tornare al menù principale o attivare e disattivare i suggerimenti per i potenziamenti.

Nessun enigma da superare o trappola mortale da evitare,  il tutto si limita a scalare gli stage verso l’alto, eliminando i tanti nemici che lo popolano, allo scopo di giungere al decimo livello, dove ci attende una boss fight di fine avventura. 

Gli stage sono composti da 3 background, di cui uno statico e 2 in movimento, i quali mutano a seconda del livello in corso. Abbiamo in primo piano lo stage vero e proprio, con nemici e piattaforme varie, in secondo piano uno sfondo statico e in terzo il dinamico.

Il titolo sfoggia un comparto grafico in cell shading, dai colori sgargianti e puliti, con una colonna sonora ed effetti tipici di un gioco mobile, limitati a qualche verso e nulla più, se non fosse per la presenza di una colonna sonora che rimbomba nella nostra testa per l’intera durata dell’avventura.

Drago Dino è un simpatico passatempo ma nulla di cosi eclatante, considerando che per il suo acquisto vengono richiesti circa 10 euro, un prezzo decisamente improponibile per la natura dello stesso.

Drago Dino Gameplay Trailer

6.0

Grafica
6.8
68%
Gameplay
6.4
64%
Sonoro
6.2
62%
Longevità
5.0
50%
Trama
5.5
55%

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato