Darkest Dungeon: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: x0x Shinobi x0x- il: 03-03-2018 13:54 Aggiornato il: 10-04-2018 15:02

Dopo il meritato successo ottenuto su PC, Darkest Dungeon è approdato anche su Xbox One, PS4 e Nintendo Switch, ed oggi vogliamo condividere con voi la nostra Recensione, su gentile concessione di Red Hook Studios.

Darkest Dungeon Recensione

Darkest Dungeon è un RPG a scorrimento laterale, nel quale siamo chiamati a gestire una squadra composta da 4 membri, affrontando numerosi Dungon oscuri (da cui prende anche nome il titolo), allo scopo di recuperare tesori inestimabili e sconfiggere i tanti nemici che li popolano.

Dopo aver creato un nuovo profilo, veniamo catapultati in un villaggio, il quale funge da lobby durante l’intera avventura. Gli edifici presenti sono:

  • Diligenza: Consente di reclutare nuovi eroi 
  • Taverna: Permette agli eroi di riprendersi dallo stress 
  • Casa di Cura: Ideale per il trattamento di malattie 
  • Cimitero: Mostra tutti gli eroi caduti in battaglia
  • Abbazia: Come per la Taverna, consente di riprendersi dallo stress
  • Gilda: Il luogo ideale per migliorare le abilità di combattimento
  • Fabbro: Indispensabile per migliorare armi ed armature dei vari eroi
  • Carro Nomade: Sbloccabile nel corso dell’avventura 
  • Memorie dell’Antenato: I racconti dell’antenato che possono essere sbloccati nel corso dell’avventura
  • Survivalista: Modalità rivolta ai giocatori esperti

Dalla lobby ci dirigiamo prima di tutto presso la Diligenza, nella quale è possibile trovare nuovi eroi ogni qual volta portiamo a termine una missione. Gli eroi si suddividono non solo in aspetto ma anche in armi ed abilità, oltre che caratteristiche. 

Premendo lo stick analogico destro veniamo catapultati nella mappa del mondo, dove selezionare uno dei tanti Dungeon, con la possibilità di comporre la squadra con 4 degli eroi disponibili.  Ogni Dungeon ci richiederà non solo il completamento dello stesso, ma anche il recupero di tesori ed altri obiettivi secondari, che se portati a termine, ci consentono di ottenere bonus sostanziosi.

Dopo aver composto la squadra, prima di iniziare il Dungeon è possibile sia vendere che acquistare oggetti presso il mercante, tra cui:

  • La Pala: Utile per eliminare gli ostacoli incontrati durante il cammino o in battaglia
  • La fiaccola: Indispensabile per farsi strada nel dungeon illuminando il cammino
  • Antidoti, Cibi, Erbe Medicinali e Acqua Santa: Per ripristinare la salute oltre che curare malattie e stati alterati
  • Chiavi: Obbligatorie per aprire forzieri e porte durante l’esplorazione dei Dungeon

Ogni oggetto richiede un certo numero di monete per l’acquisto, denaro che è possibile ottenere sia dalla vendita del proprio equipaggiamento che dall’apertura dei forzieri scoperti. Per spostarsi all’interno dei Dungeon bisogna muovere lo stick analogico nelle direzioni indicate, mentre i combattimenti sono strutturati a turni.

Ogni qual volta ci imbattiamo in uno o più nemici, siamo chiamati ad utilizzare l’equipaggiamento, armi o abilità in maniera strategica. Oltre ai danni fisici inferti dai colpi nemici, gli eroi che compongono la squadra possono ammalarsi, entrare in confusione o deprimesi, ciò grava sull’intera squadra oltre che sul singolo componente.

Al termine del Dungeon è possibile assegnare i vari eroi alle strutture adibite per ripristinare non solo la barra vitale ma eliminare anche eventuali status negativi. Dopo aver raggiunto l’obiettivo proposto nel Dungeon, è possibile decidere se tornare alla lobby o proseguire l’esplorazione, allo scopo di visitare tutte le stanze che compongono i sotterranei, consultabili tramite un’apposita mappa.

Oltre gli obiettivi primari e secondari da portare a termine, è possibile cimentarsi nelle richieste del Custode, consultabili dalla Tenuta.

Localizzato in italiano per testi e sottotitoli, Darkest Dungeon si presenta come un Endless Game, un gioco dove la perdita degli eroi non causa il gameover, ma costringe i giocatori a ripartire dal principio con le nuove reclute, sia in abilità che equipaggiamenti.

Tramite il denaro guadagnato in gioco, è possibile sia riempire la borsa con oggetti utili per il completamento del Dungeon, che ottenere nuove abilità ed armamenti tramite il Fabbro e la Gilda. Nel corso delle missioni è possibile compiere svariate azioni tra cui:

  • Spostarsi nel Dungeon con lo stick analogico
  • Cambiare eroe attivo con i dorsali posteriori
  • Iniziare un campeggio per far riposare e rilassare gli eroi stressati
  • Consultare lo status degli eroi o il livello di luminosità dello stage
  • Abbandonare la missione per tornare alla cittadina 
  • Consultare la scheda del personaggio con tutte le relative informazioni  
  • Salvare i progressi ed uscire dal gioco per riprendere la partita in un secondo momento
  • Consultare un comodo glossario con tutte le relative spiegazioni

Graficamente parlando, Darkest Dungeon ci pone di fronte a scenari e personaggi realizzati completamente in cell shading ma con uno stile tetro e oscuro e dalla colonna sonora che si sposa alla perfezione sia durante l’esplorazione dei Dungeon che nella cittadina.

Darkest Dungeon Gameplay Trailer

8.4

Grafica
8.5
85%
Gameplay
8.0
80%
Sonoro
8.2
82%
Longevità
8.8
88%
Trama
8.4
84%

x0x Shinobi x0x

SEO WEB COPYWRITER: Recensore, Tester, Blogger e Youtuber, appassionato di Tecnologia e Intrattenimento videoludico

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato