Il PETA non è contento di Palworld

Palworld: Il PETA interviene e non è contento di una feature del gioco

Negli ultimi giorni, Palworld, il nuovo gioco indie che ha catturato l’attenzione degli appassionati di videogiochi in tutto il mondo, si è improvvisamente trovato al centro di una controversia inaspettata. Tuttavia, questa volta, l’accusa non proviene dai soliti critici del settore o dai fan del genere, ma da un’inaspettata fonte: PETA, l’organizzazione no-profit a sostegno dei diritti degli animali.

Avete già saputo delle minaccie di morte agli sviluppatori di Palworld?

Il PETA contro Palworld: Ecco il perchè!

La critica principale mossa da PETA riguarda un’opzione all’interno di Palworld che consente ai giocatori di cacciare e consumare i “Pal”, le creature uniche presenti nel mondo di gioco. Mentre la celebre saga di Pokémon ha spesso ricevuto critiche per la sua rappresentazione degli animali e il coinvolgimento in battaglie, Palworld sembra aver spinto il concetto un passo avanti, consentendo ai giocatori di cacciare e mangiare direttamente le creature stesse.

Elisa Allen, vice president of programmes di PETA, ha dichiarato in un commento a Dot Esports che l’organizzazione ha ricevuto numerose segnalazioni da giocatori che esprimono il desiderio di non consumare i Pal. PETA ha chiesto agli sviluppatori di Pocketpair di introdurre un’opzione vegana nel gioco, rispettando così la sensibilità di coloro che preferiscono evitare il consumo di carne virtuale.

Minacce di morte agli sviluppatori di Palworld
Palworld – Gamerbrain.net

Tuttavia, sembra che la richiesta di PETA incontrerà una certa resistenza da parte degli sviluppatori di Palworld. Conosciuti per il loro approccio al gioco caratterizzato da un tocco di black humor, i creatori sembrano poco propensi ad accogliere la richiesta dell’organizzazione. La carne dei Pal, infatti, è solo uno degli elementi controversi presenti nel gioco, che include anche la produzione di altre risorse in modo altrettanto insolito.

Nonostante le proteste di PETA, i creatori di Palworld hanno già rilasciato una roadmap dettagliata che illustra le nuove funzionalità in arrivo per il gioco. Al momento, non sembra esserci spazio per l’implementazione di opzioni vegane, lasciando aperto il dibattito sulla rappresentazione etica dei giochi e sulle richieste di modifiche avanzate da organizzazioni come PETA. La comunità di giocatori ora osserva con attenzione come si svilupperà questa inaspettata controversia, mentre Palworld continua a guadagnare popolarità nel mondo dei videogiochi indie.