La censura nei videogiochi secondo David Cage

Pubblicato da: x0xShinobix0x- il: 11-10-2013 9:04

david-cage

David Cage, autore di Heavy Rain e il recentissimo Beyond Two Souls, in una recente dichiarazione, ha parlato del problema delle censura, nel mondo dei videogiochi. 

La censura limita uno sviluppatore

E’ complicato parlare di cose delicate. Se si vuole dire qualcosa, o toccare determinati argomenti, allora è preferibile essere un creatore di film più che un creatore di giochi. Con Beyond, ho avuto un serio problema legato alla censura, ovviamente non con Sony ma con i rating dei vari territori. Questi, ritengono che i videogiochi siano per bambini, per tanto devono avere contenuti adatti alla fascia medio bassa di utenza, ma non è cosi! Io non sviluppo giochi per bambini, ma per adulti, con una trama, ricca di avvenimenti! Non lavoro di certo a Mario o Sonic!

Quello che voglio fare con i miei giochi, è raccontare delle storie. La censura è un mezzo che impedisce agli sviluppatori di esprimersi liberamente, di raccontare la storia come è davvero! Questo problema è sempre esistito fin dagli anni 50. Ho sudato davvero molto con Beyond ma alla fine posso affermare ” ci sono riuscito!” ho avuto modo di raccontare la storia cosi come avevo pensato di fare, anche se per quanto ho appena detto, sono stato costretto ad applicare una brevissima censura di pochi secondi.

Questione di censura

Purtroppo, in alcuni territori, non basta il bollino 18, gli sviluppatori sono costretti ad applicare delle censure ai propri titoli, che possono incidere su dialoghi, scene, gameplay o qualsiasi altra cosa che turba i rating di valutazione, dei vari paesi del mondo. Uno sviluppatore, dal momento in cui, decide di creare un gioco, è consapevole che se ha una storia da raccontare, non potrà mai farlo interamente, perchè vi saranno sempre dei rating, pronti a censurare il progetto.

Cosa ne pensate?  A voi i commenti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato