HTC Vive: Un VR senza filo da Intugame

Pubblicato da: x0x Shinobi x0x- il: 03-09-2016 8:30

Come sapete i VR attuali come l‘Oculus Rift e il Vive non possono essere utilizzati via wireless in quanto necessitano di un cavo USB e un cavo HDMI sempre connessi. In data odierna ci giunge notizia che Intugame è al lavoro su un prototipo del VR di casa HTC senza cavi con dimostrazione prevista per Ottobre.

HTC Vive

La VR diventa wireless?

Intugame ha affermato di essere al lavoro sulla realizzazione di un prototipo senza cavo per permettere di abbattere quell’odioso muro presente nella realtà virtuale, che costringe il giocatore a restare vicini o quasi al PC. Intugame ha pensato di realizzare un piccolo dispositivo che si connette al visore tramite un trasmettitore da collocare nelle tasche, il trasmettitore invia e riceve segnali sia in direzione del Vive che del PC sfruttando la connettività Wifi.

Tramite la connettività Wifi è possibile conferire all’utente una maggiore sensazione di libertà senza introdurre delle latenze, è una grossa sfida ma siamo molto vicini a mostrare la tecnologia in azione. Stiamo lavorando a questa soluzione già da prima del lancio del visore. Abbiamo organizzato un evento gratuito a Sofia per permettere a tutti di provare la VR, sono rimasti molto entusiasti ma allo stesso tempo disturbati a causa dei cavi sotto i piedi o sopra la testa.

Attualmente i VR richiedono entrambi i cavi, nonostante Oculus li abbia uniti per permettere di avere un solo cavo in uscita ma che purtroppo essendo collocato lateralmente risulta assai scomodo durante l’uso della realtà virtuale, rovinando quel senso di immersione che i VR sono in grado di fornire all’utente, quasi ad isolarli dal mondo reale.

Vi ricordiamo che il VR di HTC è disponibile per l’acquisto ad un costo di 1000 euro circa (spedizione compresa) ai quali bisogna aggiungere una eventuale tassa dognale per importazione. Per usare il VR occorre un PC di ultima generazione con specifiche tecniche non indifferenti in quanto è richiesto un numero di risorse maggiore rispetto al gioco tradizionale. Sul mercato esistono numerosi VR sia rivolti al PC e quindi costosi che per mobile, questi ultimi si dividono a loro volta in VR professionali come il GEAR di Samsung prodotto in collaborazione con Samsung e amatoriali come il Google Cardboard o sottomarche ma che tutti hanno il medesimo funzionamento.

Ci teniamo inoltre ad informarvi che se avete intenzione di passare dalla versione DK alla definitiva, quest’ultima non include lenti graduate, per tanto siete costretti a ricorrere a lenti esterne prodotte da VR Lens Lab, le quali hanno un costo di 50 euro circa.

x0x Shinobi x0x

SEO WEB COPYWRITER: Recensore, Tester, Blogger e Youtuber, appassionato di Tecnologia e Intrattenimento videoludico

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato