Guild Wars

Pubblicato da: noth1ng- il: 03-02-2010 15:02 Aggiornato il: 31-08-2015 15:34

Potrebbe essere piuttosto facile mettere questo titolo a confronto dei moltissimi RPG online di base fantasy, ma Guild Wars sembra offrire spazio a molti tipi di “utenza”.  GW offre il meglio degli RPG d’azione, quelli Online e li mischia in un buon multiplayer competitivo, senza pagamento mensile che solitamente accompagna titoli di questo genere. Vediamo di sviscerarlo per bene.


Guild Wars è sviluppato dalla ArenaNet ed anche se avete trovato questo articolo nella sezione MMORPG, la definizione che meglio ricalca i tratti di questo videogioco è quella di CORPG (Competitive Online Role Playing Game). Sì potrebbe definire come un gioco ad “episodi”, in quando dall’Aprile del 2005 fino ad Agosto 2007, ne sono stati rilasciati tre in totale più un’espansione.

GW racconta del mondo inventato di Tyria ed ogni episodio distribuito, raccontava di fatti dislocati in varie zone del pianeta, all’incirca nello stesso spazio temporale. Il giocatore dovrà creare il suo “avatar” che prenderà le vesti di eroe di Tyria (precisamente da Ascalon) e dovrà sconfiggere specifiche minacce di quel determinato episodio. Caratteristica molto interessante di questo titolo è la possibilità di cooperare con i propri amici per completare l’avventura, oppure prendere parti ad incontri PvP. Quest’ultimo dev’essere consensuale ed è molto impostato sul gioco di squadra ed inoltre limitato a determinate aree della mappa.

Come dicevamo poco fa, Guild War si differenzia dagli altri MMORPG per la sua mancanza di pagamenti mensili (una volta acquistato un episodio, il giocatore sarà libero di giocare senza limiti, anche se alcuni oggetti o aree saranno bloccate finchè non acquisterà l’episodio successivo).
Altra caratteristica che rende particolare GW è la possibilità di giocare nel mondo di Tyria sia nella classica terza persona che in prima persona.

Personaggi e Classi

I giocatori potranno decidere di creare il proprio personaggio in base alle professioni offerte (10 in totale). La creazione del personaggio è molto veloce ed intuitiva e non vi porterà via più di tanto. Dopo la creazione il personaggio potrà quindi scegliere se cominciare nella zona RPG del mondo (PvE) oppure se trovarsi subito al confronto di altri giocatori umani (PvP).

Le classi giocabili in GW sono le seguenti, incluse quelle giocabili esclusivamente possedendo gli altri due episodi (Factions e Nightfall): Guerriero, Mistico, Elementalista, Esploratore, Necromante, Ipnotizzatore, Assassino (Factions), Ritualista (Factions), Paragon (Nightfall) e Deviscio (Nightfall).
Ogni classe, come in ogni MMORPG o gioco che si avvicini a questo “modello”, ha le sue caratteristiche specifiche che dovranno essere sfruttate al meglio per far si che possa uscire vittoriosa da ogni scontro. Ad esempio, il guerriero si basa molto sull’attacco fisico, è ben difeso e provoca molti danni. L’elementalista, da canto suo, ha delle difese bassissime ma può incanalare moltissima energia tramite il loro attributo primario.

Il livello massimo raggiungibile è il 20. Giunti a questo livello, avrete anche accumulato 170 punti attributo che potranno arrivare fino a 30 con delle quest specificatamente create per questo scopo.

Mondo, Interfaccia e Combattimento

Proprio come accade negli altri RPG di base fantasy, anche in Guild Wars vi ritroverete a vagare in immense distese di vario tipo. Inoltre potrete trovare sempre delle città o avamposti, nelle quali provvedere a fare rifornimenti di oggetti, venderne altri oppure prendere delle quest. Generalmente, queste aree vengono utilizzate come luogo d’incontro per formare dei gruppi e quindi cominciare l’esplorazione del mondo esterno. Non si può cadere o arrampicarsi su delle altezze, quindi a volte la grafica sembra leggermente “retrò”.

L’interfaccia di gioco è molto pulita e di facile utilizzo. Avrete ovviamente a disposizione una comoda minimappa per potervi orientare al meglio ed anche se la visuale in terza persona è la migliore, potrete decidere di arrivare fino alla visuale conosciuta come “bird eye”. Quando incontrerete un nemico, potrete “targhettarlo” con un tasto da voi assegnato oppure con un click del mouse e quindi cominciare il vostro attacco. Ricordate che la quasi totalità dei combattimenti in Guild Wars si basa molto sull’alternare tipologia di attacco.

Parlando proprio di combattimento, ricordiamo l’importanza delle skills. Potrete averne otto in totale ed ognuna di esse ha il proprio effetto. Ci sono le skill offensive, che ad esempio bruceranno letteralmente il vostro avversario, oppure skill di difesa come la cura o la resurrezione dei compagni caduti in battaglia. Tutte le skill sono fortemente influenzate da un attributo “base”. Aumentando questo attributo, la skill avrà maggiore effetto distruttivo o difensivo, a seconda della sua tipologia.

Durante i vostri combattimenti sarete accompagnati anche da alcuni NPC (henchmen e heroes), anche se spesso non saranno molto di aiuto. Potrà infatti capitare che questi personaggi si blocchino in alcuni oggetti dell’ambiente, ma Guild Wars rende piuttosto semplice riavviare le quest e quindi il problema è facilmente aggirabile. Durante le battaglie PvE, uccidere un mostro farà guadagnare dei soldi al personaggio. Invece, gli incontri PvP genereranno punti reputazione. La fama sarà determinata dal numero di vittorie del personaggio o della gilda di cui fa parte.

Aspetto tecnico

Da un punto di vista tecnico, Guild Wars è un gioco davvero molto veloce. Sì avvia e si chiude in un attimo, scarica update automaticamente e gira molto bene in finestra se siete soliti giocare in questa modalità. A differenza di altri giochi, il Login non è affatto un trauma ed il giocatore può muoversi di città in città velocemente. Questi posti, come dicevamo in precedenza, fungono anche da “lobby” dove molti players si riuniscono per cercare compagni con cui completare delle quest. Questo è un aspetto piuttosto negativo del gioco. Non c’è un modo semplice di creare un gruppo, se non cliccare sul piccolo “+” vicino all’immagine di un giocatore per inviare una richiesta. Per questo motivo, la chat viene riempita di richieste da parte di tutti i giocatori alla ricerca di un party per completare le quest.

Proprio per la velocità con la quale è possibile uscire od entrare nel gioco, può capitare che un giocatore decida senza avvertire di uscire dal party durante una quest, il che può essere piuttosto seccante. La soluzione è comunque sempre la stessa: giocare con amici e non con sconosciuti.

Molto interessante è la gestione del gioco di Guild Wars. Se una città ha troppi giocatori, viene automaticamente divisa in dei “distretti”, mentre invece le zone di missione saranno generate automaticamente per il team del giocatore. Non incontrerete mai, quindi, mostri già uccisi o altri giocatori. Da una parte è un’ottima cosa, ma dall’altra può essere un’arma a doppio taglio. Queste “facilitazioni”, rendono piuttosto complicata l’immersione nel mondo di GW. E’ difficile apprezzare i pericoli di un mondo quando basta teletrasportarsi da un posto all’altro senza attraversare la mappa.

Le sequenze della storia sono parlate, ma la maggior parte delle quest viene esposta con delle semplici finestre pop-up scritte. Insomma, non è proprio il massimo. In effetti si potrebbe dire che il sistema di quest non è molto “focalizzato”. Per lo più è presente per incentivare il giocatore a continuare l’esplorazione del mondo che, per la maggior parte delle volte, può essere abbastanza divertente.

Le Arene

Come abbiamo detto, l’aspetto più interessante di Guild Wars è sicuramente il Player vs Player. I personaggi che escono vittoriosi  da queste battaglie (che avverranno in specifiche arene) saranno ricompensati con punti esperienza. Di seguito, un elenco delle modalità PvP di Guild Wars:

Arene Casuali
Dei match 4on4 con team composti casualmente. Ci sono molte arene con condizioni differenti di vittoria: deathmatch e conteggio uccisioni.
Codex Arena
4on4 con team creato dal giocatore . Giocati nelle stesse aree della modalità Random Arena, escluse eccezioni. Ogni classe può scegliere fra un numero limitato di skills che cambiano ogni giorno.
Ascesa degli Eroi
8on8. Una vera e propria “endless war”. I vincitori saranno spostati nella “Hall of Heroes”, saranno visibili da tutti i giocatori online e ricompensati con un loot di alto livello. Include: deathmatch, altar-control e cattura la reliquia. Le vittorie assicurano punti fama.
Gilda vs Gilda
Una vera e propria battaglia fra due Gilde. L’obiettivo è quello di eliminare il Guild Lord, un NPC molto protetto. La vittoria in questa modalità influenza il rank della gilda nella ladder GvG.
Battaglie dell’Alleanza
Dodici giocatori si raggruppano contro una un team avversario per vincere dei nuovi territori per quella fazione. Il gruppo dev’essere formato da almeno due giocatori umani.  I Tre team saranno scelti a caso dai team che aspettano che il match cominci. Queste battaglie permettono di ricevere fazioni alleate ed influenzano la divisione fra le due fazioni nel continente di Cantha.
Missioni Competitive
Factions also L’episodio Factions ha introdotto anche due arene (Fort Aspenwood e The Jade Quarry), dove dei team saranno raggruppati dalle nazioni opposte per partecipare ad eventi particolari nella guerra Kurzick Luxon. La vittoria in queste missioni non garantisce niente di particolare, ma i giocatori riceveranno dei compensi fazione.
Arena a Squadre
Modalità rimossa nell’Ottobre 2009. 4on4. I team che vincono 10 volte consecutivamente nel Random Arenas, entreranno automaticamente nel Team Arenas. Dal Team Arenas si possono guadagnare Compensi Balthazar e punti Gladiatore.
Battaglie degli Eroi
Modalità rimossa nell’Ottobre 2009. Precedentemente chiamata Hero versurs Hero (HvH). Il giocatore entra nell’arena con tre Eroi e combatterà contro un altro giocatore ed i suoi Eroi.

Le Gilde

L’aspetto, ovviamente, più importante di Guild Wars sono proprio le Gilde. Anche se il giocatore non è costretto, la Gilda aggiunge molto a GW. Il leader potrà creare la Gilda con tanto di nome e tag (da due a quattro caratteri). A quel punto, sempre il leader recluterà altri giocatori nella gilda che potranno in seguito essere promossi ad Ufficiali, per aiutarlo nel reclutamento.

Ogni gilda potrà acquistare una sede, grazie alla quale potrà poi sfidare le altre gilde in incontri 8 contro 8 per scalare la classifica. Per ottenere una sede, però, la gilda deve essere in possesso del Sìgillo Celestiale che può essere ottenuto vincendo L’Ascesa degli Eroi oppure comprando un NPC a caro prezzo. Le sedi non saranno accessibili ai non-membri, in quanto l’unico modo per accedervi è tramite il “map traveling“. I giocatori potranno lasciare la Gilda quando vogliono, ma solamente il Leader e gli Ufficiali possono eliminare i membri “base” della gilda. Il limite di persone che possono accedere ad una gilda è di 100, ma spesso vengono create gilde con la stessa Tag per superare questo limite.

Grazie alla chat è possibile comunicare con i membri della gilda. Inoltre, 10 gilde possono allearsi per formare un’Alleanza. Le gilde sono di 3 tipi: Neutre, Kurzicks o Luxon. Le ultime due, ovviamente, si sfideranno nelle Battaglie dell’Allenza per ottenere compensi.
Il giocatore singolo, poi, può anche decidere di essere un semplice Guest nella gilda. In questo caso, potrà solamente visitare la sede della gilda e partecipare alle GvG.

Grafica 8 – Una grafica ben realizzata è quello che ci vuole per questo titolo. Le ambientazioni ed i personaggi sono ben realizzati e di ottimo impatto visivo. I paesaggi sono la cosa che colpisce di più per la loro fine realizzazione. Buone le animazioni ed il design dei mostri, vari ed interessanti.
Audio 7 – Davvero molto buono. Il compositore Jeremy Soule ha dato vita ad un’ottima colonna sonora sinfonica che accompagna i viaggi dei giocatori nel mondo di Tyria. In ogni caso, può suonare un po’ ripetitiva. Buoni i suoni delle armi e quelli dell’ambiente anche se data la natura del gioco, finirete col sentire sempre le stesse cose.
Giocabilità 7 – Guild Wars offre un tipo di giocabilità molto intuitiva. Come abbiamo detto in precedenza, l’interfaccia è pulita e questo rende tutto molto più semplice. In ogni caso, rispecchia quello che ci si potrebbe aspettare da un qualsiasi altro MMORPG di buon livello.
Longevità 6 – Non un voto altissimo, in quanto spesso e volentieri, i non facenti parte di una gilda potranno ritrovarsi a fare dei grandi sbadigli di fronte a delle quest davvero poco dettagliate.

Totale – 7,4 – Guild Wars offre in totale un’ottima esperienza di gioco per chi cerca un titolo basato principalmente sul PvP. La buona grafica ed il sonoro non fanno altro che incitare il giocatore all’esplorazione di un mondo davvero pieno di sorprese, rischi ed interessanti emozioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato