Anteprima Bodycount

Pubblicato da: noth1ng- il: 16-06-2010 15:18 Aggiornato il: 01-09-2015 9:16

Se siete fra le persone che adorerebbero un gioc FPS con moltissime tipologie di armi e nemici sui quali utilizzarle, esplosioni e munizioni che distruggono praticamente tutto l’ambiente circostante, allora Bodycount fa per voi. E’ il prossimo FPS della Codemaster, che promette tutto questo e anche di più.


Il gioco è stato definisto da Stuart Black (a capo del progetto) come “soft” ma è ben lontano dalla definizione che più comunemente salta alla mente leggendo questa parola. Il gioco si chiama “Bodycount” e di corpi, ce ne saranno davvero a centinaia. Impersonerete Jackson, reclutato da una misteriosa agenzia chiamata The Network. Con “soft” ci si riferisce specificatamente alla setting del gioco, che riprende quello di titoli molto più vecchi, ossia: un eroe brutale che si apre la strada fra nemici con armi potenti e munizioni a non finire.

Sembrerebbe, poi (sembre a detta di Black) che Bodycount abbia una approccio particolare con la narrativa a lungo termine. Vogliono trattarlo come se fosse una specie di serie televisiva, suddivisa in vari episodi e così, Bodycount, diventa il primo episodio, in cui il personaggio ha l’occasione di conoscere Jackson, il resto dei personaggi e un po’ di trama, che si concluderà portando direttamente al prossimo episodio.

Influenze e dettagli a parte, parliamo del gioco vero e proprio. Sembra che palazzi e coperture saranno sparsi ovunque, ma non dovrete sentirvi così sicuri. Come dicevamo nell’introduzione, infatti, tutto (o quasi) sarà distruttibile e una copertura non sarà altro che un momento di relax prima che venga fatta a pezzi dai nemici. L’IA di quest’ultimi, inoltre (anche se il gioco è ancora in uno stato di pre-alpha) è piuttosto elevata e non saranno così stupidi, ad esempio, da ricaricare il proprio fucile mentre sono scoperti.

Altro aspetto molto particolare di questo titolo riguarda proprio i nemici, che appariranno in ogni sorta di forma e classe. Ci saranno i nemici “base”, normali soldati, quelli leggermente più avanzati e protetti ed uno, in particolare, che prende il nome di psycho-tank. Quest’ultimo altro non è che un guerriro iperprotetto armato di una mitragliatrice calibro .50. Black ha inoltre dichiarato che saranno presenti altre classi, come il medico (che curerà i propri compagni) e lo “scavanger”, adatto alla ricerca degli “intel” (la valuta del gioco). Grazie agli Intel potrete acquistare nuove armi o fare cose come chiamare un drone, attacchi aerei o machineguns mobili. Solitamente, queste varie tipologie di nemici, agiranno in squadra, rendendo molto più difficili le cose.

I comandi, sono molto intuitivi: vi muoverete con la levetta destra, sparerete con il grilletto destro, vi abbasserete con il grilletto sinistro e “sprinterete” con il bumper sinistro. Quando sarete in copertura, potrete muovervi ai lati o in alto all’oggeto premendo la levetta sinistra. Con R3, poi, potrete usare lo zoom della vostra arma per uno sparo più accurato. Ovviamente, se sarete fermi, abbassati e zoomati, i vostri colpi saranno molto più precisi, ma data la natura frenetica del gioco e grazie alle coperture completamente distruttibili, non sarà così facile come potreste pensare, riuscire a rimanere fermi in punto e prendere la mira.

Anche se Bodycount sembra essere improntato fermamente sul singleplayer e la sua storia, ci sarà anche una componente multiplayer: Deathmatch e cooperativa. In cooperativa, particolarmente, visitere alcune delle aree del singleplayer, ma come personaggi sconosciuti e prima o dopo che Jackson sia già passato di lì.

Se siete interessati a questo titolo, sappiate che Bodycount sarà disponibile prima dell’estate del prossimo anno su PC, Xbox360 e Playstation 3.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato