Woodle Tree Adventures: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: x0x Shinobi x0x- il: 26-12-2017 10:15

Su gentile concessione di Chubby Pixel, quest’oggi vogliamo condividere con voi la Recensione di un simpatico, divertente ed economico indie che merita tutta la vostra attenzione, come lo è stato per noi, ci stiamo riferendo a Woodle Tree Adventures, che a distanza di anni, arriva anche su Nintendo Switch.

Woodle Tree Adventures Recensione

Woodle Tree Adventures è quel platform che ami fin da subito, sia per il comparto grafico colorato e cartoonesco che per un gameplay immediato, divertente e mai ostico o monotono. Approdato su Steam diversi anni fa, Woodle Tree Adventures è arrivato anche sulla console Nintediana di nuova generazione.

Nel gioco vestiamo i panni di un giovane ceppo di albero, il quale viene incaricato da una sorta di quercia secolare, di esplorare diversi mondi alla ricerca delle lacrime di una fata, con le quali è possibile sconfiggere l’aridità a cui il mondo sta andando incontro.  

Woodle ci pone di fronte un platform 3D suddiviso in livelli, dove siamo chiamati a saltare di piattaforma in piattaforma, eliminare nemici e recuperare oggetti utili per il proseguimento dell’avventura.

Uno dei difetti presenti nel titolo, ma che non rovina di molto l’esperienza di gioco, risiede nella gestione della camera, la quale non è controllabile dal giocatore, fatta eccezione per lo Zoom, ponendolo in un livello statico, dove ogni minimo salto può portare con se delle conseguenze fatali, se non calcolato con estrema cura.

La difficoltà di gioco è graduale, consentendo ai giocatori di iniziare l’avventura con dei livelli semplici, per apprendere al meglio le meccaniche di gioco, fino a superare sessioni di platform più complesse, nelle quali bisogna mettere in pratica le nozioni apprese nel corso del gioco.

In ogni livello bisogna recuperare fino a 3 differenti lacrime di fata, una volta ottenute, è possibile raggiungere la fine dello stesso. Il tutto viene ostacolato dalla presenza di nemici e pericoli di ogni tipo, e cadere nel vuoto rientra tra questi.

Nonostante i livelli non siano cosi generosi in termini di dimensioni, trovare e recuperare a volte le lacrime di fata, risulterà al quanto complesso, a causa della loro ubicazione non sempre intuitiva, e la camera statica non aiuta di certo in questo.

Il sistema di salvataggio avviene tramite dei checkpoint, che una volta raggiunti, consentono al giocatore di proseguire l’avventura in caso di morte o in un secondo momento. Urtare un nemico o cadere nel vuoto, ci farà ricominciare la partita dall’ultimo punto raggiunto.

3 ore circa, il tempo richiesto per il completamento dell’avventura, la quale spazia in ambienti differenti, dal verde e lussureggiante villaggio, al nido di api, la spiaggia e perfino le montagne innevate, il tutto realizzato con il motore grafico Unity.  

L’edizione Switch da noi testata, risulta ottimale sia in portatile che sul grande schermo, con un gameplay fluido e privo di cali di frame fastidiosi, il tutto accompagnato da una colonna sonora rilassante e che si sposa alla perfezione con gli ambienti proposti.

Nonostante si tratti di un gioco prodotto da uno sviluppatore italiano, ironia della sorte è totalmente in inglese, non essendoci un doppiaggio, la trama viene gestita tramite dei pochi ma presenti messaggi di testo, estremamente comprensibili.

Woodle Tree Adventures è la dimostrazione di come anche con un budget limitato è possibile dare vita ad un indie di tutto rispetto. 

Woodle Tree Adventures Gameplay Trailer

6.8

Grafica
7.5
75%
Gameplay
7.0
70%
Sonoro
6.8
68%
Longevità
6.0
60%
Trama
6.5
65%

x0x Shinobi x0x

SEO WEB COPYWRITER: Recensore, Tester, Blogger e Youtuber, appassionato di Tecnologia e Intrattenimento videoludico

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato