TERA: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: Luca M.- il: 13-05-2018 9:02 Aggiornato il: 06-06-2019 16:19

Quest’oggi vogliamo parlarvi di TERA, recentemente approdato su console, dopo il debutto su PC avvenuto nel lontano 2011, condividendo con voi la nostra Recensione.

TERA Recensione

Dopo il lancio avvenuto in Corea, TERA è approdato su PC anche in Occidente, debuttando su Steam e recentemente anche Console. Al primo avvio ci viene richiesta la selezione del server per le modalità PvE e PvP, dopo di che veniamo catapultati nella classica schermata per la creazione del personaggio.

L’editor ci consente di scegliere la razza e la classe ed altri aspetti per rendere unico il nostro personaggio. Creato l’alter ego virtuale, il viaggio nelle terre di Arborea avrà inizio. Il gioco inizia con una sorta di prologo, il quale ci pone di fronte agli eventi principali della narrazione.

Portate a termine le prime missioni, veniamo catapultati nella stater zone, una sorta di isola dove potremo accettare i primi veri incarichi.

TERA abbandona il lock della camera per una mira libera, dandoci la sensazione di trovarci all’interno di un action piuttosto che un MMORPG. Ogni classe vanta abilità uniche, in grado di mutare anche lo stile di combattimento delle stesse.

Come accade in ogni gioco della medesima tipologia, non manca la possibilità di accumulare punti esperienza, con i quali salire di livello, acquistare nuove abilità o potenziare quelle già in possesso.

Tra le modalità PvP troviamo il classico deathmatch, duello o le battaglie tra gilde.

Una delle caratteristiche che ha destato maggiormente il nostro interesse, risiede nel sistema politico, tramite una sorta di votazione è possibile eleggere un sovrano per ogni provincia del regno. Dopo aver raggiunto almeno il livello 50 e il livello 3 in una Gilda composta da minimo 20 membri, pagando una tassa di iscrizione ci si può candidare.

Come accade nella realtà, è possibile dare inizio ad una sorta di campagna elettorale, dove bisogna accumulare il maggior numero di voti per essere eletti. Ottenuto il potere da sovrano si ha il diritto per 3 settimane di beneficiare di determinati privilegi, accedendo a funzionalità esclusive, come la possibilità di imporre delle tasse sui beni in vendita presso il mercanti.

Tra i compiti che dovremo portare a termine vi sono: l’uccisione di mostri, la raccolta di piante, il dialogo con i personaggi, e cosi via dicendo.

Non mancano all’appello missioni più impegnative, dove bisogna partecipare in co-operativa per avere la meglio sui mostri e boss, allo scopo di ottenere laute ricompense. Nei dungeon ci ritroviamo dunque a trucidare ondate di nemici di livello superiore.

Ottenuto almeno il livello 60 è possibile partecipare a sfide sempre più impegnative ma dai premi più sostanziosi. Grazie all’Istance Matching è possibile trovare rapidamente giocatori ai quali unirsi per questo tipo di sfide.

Tra le attività secondarie vi è il crafting dell’equipaggiamento, tramite la raccolta di appositi materiali, portandoci ad esplorare gli scenari alla ricerca degli stessi.

Generoso il sistema di livellamento, il quale permette di passare da un grado all’altro in poco tempo, permettendo a coloro che non hanno molto tempo da dedicare a TERA, la possibilità in un breve periodo di tempo, di ottenere un degno equipaggiamento.

Ottimo il comparto grafico, nonostante sia realizzato con il vecchio motore Unreal Engine 3, fluido il gameplay sia su PC che su console con cali di frame rate in presenza di numerosi giocatori. Nulla che non rovini l’esperienza di gioco proposta.

La presenza di numerose attività primarie e secondarie, sfide da superare e la tanto amata PvP, rende TERA uno degli MMORPG più giocati di questo ultimo periodo.

Per rimanere sempre aggiornati su tutte le novità in tempo reale, vi invitiamo ad unirvi alla nostra community su Discord

TERA Gameplay Trailer

  • 7.5/10
    Grafica - 7.5/10
  • 8/10
    Gameplay - 8/10
  • 8.5/10
    Longevità - 8.5/10
  • 7/10
    Sonoro - 7/10
  • 7.8/10
    Trama - 7.8/10
7.8/10