Styx Shards of Darkness: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: x0xShinobix0x- il: 18-03-2017 7:25

Dopo il deludente prequel, Cyanide ci riprova con Shards of Darkness, nuovo capitolo della saga Styx che dimostra di come il team di sviluppo abbia imparato dai propri errori apportando notevoli migliorie al titolo per la gioia di coloro che amano il genere Stealth, ed oggi vogliamo condividere con voi la nostra Recensione.

Una lama nella notte

Shards of Darkness ci fa vestire nuovamente i panni del celebre goblin Styx, il quale tra un furto e l’altro dovrà fare i conti con una nuova e pericolosa minaccia, un elfo oscuro in grado di mutare la propria forma. Il gioco fa leva nuovamente sul fattore Stealth, portando i giocatori ad agire in ogni missione con cautela, eliminando i nemici silenziosamente laddove è strettamente necessario per non far scattare l’allarme.

Per mettere a tacere i propri nemici Styx può vantare di un piccolo ma funzionale arsenale, dal pugnale a delle lame che possono essere lanciate a lunga distanza, aggiunti alla possibilità di interagire con lo scenario per utilizzare la mobilia a proprio vantaggio, dai barili esplosivi ai lampadari. Torna l’albero delle abilità ma con un numero maggiore di potenziamenti ed abilità che possono essere sbloccate nel corso della trama con i punti esperienza e pietre preziose guadagnate. 

Covo Assassino

Ogni qual volta si porta a termine una missione, è possibile visitare il proprio rifugio dove poter sbloccare nuove abilità e potenziamenti, costruire munizioni o armi, cambiare d’abito o ripetere una delle missioni completate per recuperare collezionabili e oggetti tralasciati durante la prima run. Ogni abito ha le sue specifiche, dall’incremento della resistenza a discapito dello stealth alla riduzione della barra vitale ma all’aumento delle abilità utilizzabili.

Una volta selezionata la missione, dopo aver assistito ad una cutscene iniziale si entra in azione con tutti gli obiettivi collocati sullo scenario con differenti icone, contrassegnate dalla distanza rispetto alla propria posizione.  Durante l’esplorazione degli scenari è possibile imbattersi in tavoli da lavoro dove utilizzare il materiale raccolto per sbloccare nuove abilità o bauli e armadi per nascondersi o celare i corpi assassinati.

Styx Shards of Darkness GAMEPLAY TRAILER

Non disponendo di un’arma molto potente per i combattimenti in mischia, l’intera avventura va affrontata in modalità Stealth, per sfuggire alle guardie oltre i vari nascondigli vi sono le abilità e gli oggetti che Styx potrà utilizzare per celare la propria presenza o per stordire i nemici di grosso calibro. La particolarità del titolo che ci ha strappato molto spesso un sorriso o una grossa risata risiede nella presenza di una schermata di game over ironica ed originale, nella quale Styx rivolgendosi al giocatore commenta quanto accaduto con delle esilaranti battute, invogliandoci a morire il maggior numero delle volte per assistere alla prossima battuta. 

In qualsiasi momento del gioco (salvo eccezioni) è possibile salvare i progressi per riprendere la partita dall’ultimo checkpoint raggiunto con la possibilità di affidarsi inoltre ai salvataggi automatici, i quali avvengono ogni qual volta si porta a termine uno degli incarichi proposti.  L’edizione PC si presenta graficamente accattivante sia nella modellazione dei personaggi che nelle animazioni, peccato che il titolo sia afflitto da continui cali di frame rate nonostante le specifiche tecniche siano al di sopra delle consigliate e il sistema conceda l’uso dei dettagli Ultra. Il gioco è stato testato su un processore i7 3770, 16GB di RAM e scheda video NVIDIA GEFORCE GTX 1060 6GB con Windows 10 e risoluzione 4K/1080

Requisiti Minimi:

OS: WINDOWS VISTA SP2/WINDOWS 7/WINDOWS 8
Processore: AMD/INTEL DUAL-CORE 2.4 GHZ
Memoria: 3072 MB RAM
Grafica: 1024 MB 100% DIRECTX 9 AND SHADERS 4.0 COMPATIBLE AMD RADEON HD 5850/NVIDIA GEFORCE GTX 560 OR HIGHER
Hard Drive: 8 GB available space
Sound Card: DIRECTX 9 COMPATIBLE
Note addizionali: Connessione internet richiesta per l’attivazione del gioco

4.0

Se avete apprezzato il prequel, allora non lasciatevi sfuggire Shards of Darkness sopratutto se siete alla ricerca di uno Stealth Game in cui agire nell'ombra è di vitale importanza per il proseguimento della storia. Un titolo che seppur graficamente ha molto da offrire, è soggetto purtroppo a problemi di ottimizzazione, nulla che non possa essere risolto con una patch.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato