Robbie Swifthand and the Orb of Mysteries: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 14-08-2019 8:02 Aggiornato il: 14-08-2019 8:13

Quest’oggi vogliamo portarvi nel mondo di Robbie Swifthand and the Orb of Mysteries, sviluppato dal piccolo team “Pixel Regin” composto da 3 talentuosi ragazzi,  appassionati di indie e sfide impegnative.

Robbie Swifthand and the Orb of Mysteries Recensione

Se provenite da titoli come Celeste o Super Meat Boy, allora andrete a nozze con Robbie Swifthand, un titolo che non conosce pietà.  Si tratta di un platform composto da 90 livelli ricchi di sfide e ostacoli di ogni tipo.

Livelli brevi ma che vi porteranno alla morte decine o centinaia di volte, trasformando il divertimento in frustrazione, come giusto che sia per questa tipologia di giochi. I livelli celano insidie ma anche segreti da svelare, con la possibilità di affrontare i livelli a difficoltà differenti, nonostante già dalla più bassa non risulta una passeggiata o per lo meno ad avventura avanzata.

Il mondo di gioco è suddiviso in 4 parti, al termine di ognuna di esse vi è un temibile boss da sconfiggere, il quale permetterà a Robbie di potenziarsi in vista dei livelli successivi.

Tra le abilità vi è la possibilità di eseguire il doppio salto, abilità non rivolte a semplificarvi la vita ma a rendere accessibili i livelli successivi. Tramite la mappa principale è possibile sapere quali livelli sono stati completati e in che modo, se dunque ci sono ancora segreti da scoprire. 

Nel corso dell’avventura vi viene offerta la possibilità di scegliere differenti percorsi da prendere per raggiungere il Boss, con la possibilità dunque di aggirare determinati livelli ritenuti più ostici. 

Il superamento dei livelli richiederà abilità, tempismo e velocità. Nel corso del livello dovrete raccogliere un globo di energia che vi permetterà di attivare il portale al termine dello stesso.

I livelli non sono mai lineari, le trappole mortali variano non solo per tipologia ma anche disposizione. Il sistema di controllo però risulta semplice e immediato, permettendo a chiunque senza svolgere un tutorial, di cimentarsi fin da subito nel masochismo più estremo, il quale conferisce grandi soddisfazioni a coloro che portano a termine l’avventura.

Il gioco si comporta egregiamente su Nintendo Switch sia sul grande schermo che in mobilità, mai soggetto a cali di framerate, lunghi tempi di caricamento o problemi grafici. Robbie è in grado di saltare, accucciarsi, interagire con gli oggetti e svolgere molte altre operazioni.

Il tutto con un comparto grafico cartoonesco ma dai tratti oscuri, con una colonna sonora gradevole per l’intera durata dell’avventura. 

Robbie Swifthand è impegnativo, morirete, oh si che lo farete ma al termine del viaggio avrete imparato una grande lezione, mai sottovalutare un’ostacolo. Il gioco è acquistabile sia su PC che Nintendo Switch ad un costo di 13€ o 17€ a seconda della piattaforma, con la possibilità di provare una DEMO su Steam.  

Robbie Swifthand and the Orb of Mysteries Gameplay Trailer

  • 6.5/10
    Grafica - 6.5/10
  • 7.4/10
    Gameplay - 7.4/10
  • 6.8/10
    Sonoro - 6.8/10
  • 6.4/10
    Trama - 6.4/10
  • 8/10
    Longevità - 8/10
7/10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato