Recensione A.O.T. Wings of Freedom

Pubblicato da: x0xShinobix0x- il: 29-08-2016 7:24 Aggiornato il: 15-02-2017 10:04

Dopo il debutto su Playstation 3 e Nintendo 3DS, l’attacco dei giganti è approdato anche su console di nuova generazione, ed oggi vogliamo condividere con voi la nostra Recensione su uno dei pochi titoli fedeli all’Anime.

Colossal-Titan

Wings of Freedom propone 2 differenti modalità di gioco tra cui la classica Storia che segue le vicende dell’anime con tanto di cutscene in lingua giapponese o inglese e delle missioni dove bisogna per lo più annientare la minaccia dei titani in singolo o in co-operativa grazie al supporto dell’online. In entrambi i casi è possibile usufruire del medesimo personaggio con le stesse caratteristiche, abilità, potenziamenti e oggetti sbloccati nel corso del gioco.

Con la modalità Storia il giocatore viene introdotto nella trama principale che ruota attorno al titolo, una città circondata da 3 alte mura, unica superstite dopo l’invasione dei giganti sul pianeta. Un giorno un misterioso titano differente dagli altri appare dal nulla aprendo una breccia in uno dei muri a difesa della città, permettendo a tutti gli altri di entrare e divorare la popolazione seminando morte e distruzione.

aot-wings-of-freedom

Il gioco inizia con un breve tutorial nel quale possiamo apprendere i comandi basilari per affrontare i giganti, tra cui il volo, l’attacco o la difesa e l’utilizzo dell’equipaggiamento in dotazione. Dopo aver completato questa prassi obbligatoria quanto necessaria ci si ritrova nella prima missione, eliminare i giganti che hanno invaso la città, cercando di aiutare i compagni di squadra in caso di pericolo ed evitando loro di finire nelle fauci dei colossi.

Nonostante Wings of Freedom segua le vicende narrate nella prima serie dell’Anime, il team di sviluppo ha introdotto delle novità per celare quel senso di ripetitività ma mai monotonia presente nel gioco. Che si tratti della modalità Storia o Missioni locali e Online, ci viene data la possibilità di ottenere punti esperienza per salire di livello al fine di sbloccare ricompense e monete da spendere per l’acquisto nei negozi di nuovi gadget, potenziamenti ed equipaggiamenti vari per affrontare le missioni.

attack-on-titan-wings-of-freedom_ps4-7938

Tramite le bombole a disposizione possiamo volare nei grandi spazi ideati dal team di sviluppo per un certo lasso di tempo per poi cambiarle rapidamente in un luogo sicuro. Sia prima che durante la missione ci si può recare dai venditori locali per spendere il proprio denaro e l’esperienza accumulata al fine di sbloccare nuovi strumenti da utilizzare contro i giganti tra sistemi di volo più avanzati, una maggiore difesa ai colpi inferti dai giganti, nuove armi ed altro ancora.

Se avete visto l’Anime inutile dirvi che per eliminare i giganti bisogna colpire il collo degli stessi tramite un attacco nel momento giusto, colpendoli agli arti è possibile indebolirli ed arrestare la loro avanzata il tempo necessario per fare dietro front ed ucciderli definitivamente.

Oltre i classici giganti proposti e riproposti svariate volte durante le missioni a rimarcare quel senso di Dejavu nel titolo, ci sono dei Boss da sconfiggere dotati di una barra vitale che è possibile affrontare da soli o con l’aiuto della propria squadra. Eliminando i giganti e quindi mandare a segno i colpi fa ricaricare una barra che consente di chiamare gli alleati sparando un segnale di fumo nel cielo, ciò consentirà di eliminare il bersaglio in pochi secondi.

4.0

Wings of Freedom rientra tra i pochi titoli che riescono a rimanere fedeli all'Anime pur aggiungendo elementi, modalità e caratteristiche proprie, originali quanto ben studiate ed essenziali per non ritrovarsi semplicemente ad uccidere giganti a volontà per l'intera durata del titolo, nonostante la stessa sia suddivisa in missioni singole, sia per permettere al giocatore di prendere una pausa e quindi di fare acquisti presso i venditori locali che di capire al meglio la trama grazie alla presenza di cutscene, evitando quindi un susseguirsi di ondate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato