[Recensione] Gears of War: Ultimate Edition

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 24-08-2015 11:36 Aggiornato il: 15-02-2017 10:04

Il 7 Novembre 2006 usciva nei negozi il primo capitolo della trilogia di Gears of War in esclusiva Xbox360, oggi a distanza di 9 anni circa vogliamo condividere con voi la recensione di Gears of War: Ultimate Edition previsto questa settimana su Xbox One e successivamente PC.

gears of war
GEARS OF WAR ULTIMATE EDITION: LOCUSTE E COG IN ALTA DEFINIZIONE

A distanza di 9 anni dal lavoro svolto da EPIC GAMES per portare un capolavoro del calibro di Gears of War su Xbox360, un nuovo team noto come The Coalition è riuscito come per 343 Industries con Halo a riproporre il primo capitolo di una delle saghe più amate dai videogiocatori con un comparto grafico davvero notevole, sfruttando la potenza della nuova console di Microsoft.

In Gears of War: Ultimate Edition abbiamo a disposizione non solo il titolo originario con dei capitoli aggiuntivi (presi dalla versione PC), ma anche numerose personalizzazioni per il multiplayer e tutti i contenuti rilasciati da EPIC tramite DLC nel corso del tempo. The Coalition ha lavorato sodo per offrire ai giocatori le stesse emozioni di quell’anno, ritrovandosi un gioco nonostante molto datato, di alta qualità da far sorridere a 32 denti tutti gli appassionati della saga e nuovi giocatori che attendevano da tempo un’esclusiva Xbox One degna di essere consumata.

LA MERDA SOTTO CASA È SEMPRE QUELLA CHE PUZZA DI PIÙ

In Gears of War vestiamo i panni dei soldati della Squadra Delta, in un mondo post-apocalittico invaso da mostri provenienti dal sottosuolo noti come Locuste. Il giocatore ricoprirà il ruolo di Marcus Fenix, un ex detenuto e soldato di guerra affiancato da Dominic Santiago (Dom) in co-operativa e dagli altri membri della squadra delta in una campagna con una longevità che varia in base al livello di difficoltà scelto che va da Facile a Folle. Il team The Coalition ha deciso di rivedere quest’ultimo livello di difficoltà, proponendo una modalità Folle molto più difficile da affrontare, ciò porterà il giocatore più coraggioso a morire più e più volte sul campo di battaglia, ricominciando la partita dall’ultimo checkpoint raggiunto, estendendo la durata della campagna.

brumak-xbox-one.0

Se vi siete lasciati sfuggire il capitolo uscito qualche anno dopo su PC, con la Ultimate Edition assisterete ad animazioni, dialoghi e scenari mai visti nel 2006, grazie al lavoro svolto da EPIC tramite contenuti aggiuntivi. Abbiamo avuto modo di confrontare il Gears of War di EPIC con quello realizzato dai ragazzi di The Coalition, il lavoro svolto per portare questa meravigliosa esclusiva su XBOX ONE è davvero notevole, in quanto il team non si è limitato alla semplice rimasterizzazione ma a dare dei tocchi personali proponendo delle inquadrature e delle animazioni che rendono il gioco più completo e realistico. La prima differenza la si può notare all’inizio del gioco quando gli abbietti sfidano i COG attraverso delle sbarre di una prigione, nel Gears of War di EPIC la camera è distante e l’aspetto degli abbietti è quasi nascosto a causa dell’oscurità, in quello dei Coalition invece hanno un’ aspetto più vivo e realistico con un’inquadratura cosi ravvicinata che sembrerà di toccarli. Questo è solo uno dei tanti esempi di miglioramenti notevoli che troverete nella Ultimate Edition.

ARMATI FINO AI DENTI: “SONO PRONTO A MASSACRARLI”

Pompa, granate, cecchini, boomshot e Magnum sono solo alcune delle numerose armi che troverete in Gears of War, tra queste spicca il fucile d’assalto munito di Motosega, che permette di tagliuzzare locuste o umani in campagna o nel multiplayer ad una distanza ravvicinata. Fondamentale il modo in cui si ricaricano le armi, a differenza di molti altri titoli del genere o sparatutto in prima persona, in Gears of War esiste la “ricarica attiva”, una modalità che permette all’arma per una breve durata di infliggere dei danni maggiori, rendendo più semplice l’eliminazione del bersaglio, attivabile premendo il tasto per la ricarica una seconda volta quando si raggiunge la zona bianca. Nel caso in cui il tentativo di attivare la ricarica attiva non vada a buon fine, ci si troverà con l’arma inceppata, un facile bersaglio per quei pochi secondi.

Oltre la modalità storia suddivisa in atti e capitoli, nella quale i COG devono salvare il pianeta dall’invasione delle locuste, i giocatori possono cimentarsi in numerose varianti nel multiplayer locale e online. Nella Ultimate Edition troverete tutte le mappe, modalità e contenuti che sono stati rilasciati da EPIC in Gears of War nel corso del tempo, avendo tra le mani un gioco completo sotto ogni punto di vista e con la possibilità di salire di livello dai punti esperienza guadagnati con vittorie e uccisioni. Salire di livello permetterà di usufruire di contenuti e personalizzazioni bloccati. Se nella campagna è possibile utilizzare solo 2 COG, nel multiplayer potremo vestire i panni sia di tutti i membri della squadra Delta che delle locuste (boss finale incluso).

gow ultimate edition

Conclusioni e Considerazioni personali

Gears of War Ultimate Edition ancora una volta riesce a stupire e conquistare i giocatori sia per il comparto grafico di nuova generazione che per i miglioramenti al gameplay, che rendono il gioco più fluido e reattivo rispetto al passato. Purtroppo non ho avuto modo di approfondire la modalità multiplayer a causa dell’assenza di giocatori online considerando che il lancio è previsto per fine settimana, per tale motivo mi sono rimboccato le mani affrontando la campagna a modalità Folle e riscontrando fin da subito una difficoltà più elevata rispetto al passato. Un lavoro impeccabile sotto ogni punto di vista, dal comparto grafico alla colonna sonora, dal gameplay alle animazioni più realistiche e dettagliate, un titolo che come nel 2006 merita l’acquisto al D1!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato