Recensione A World of Keflings

Pubblicato da: noth1ng- il: 04-02-2011 9:49 Aggiornato il: 10-04-2018 15:08

NinjaBee mostra di saperci ancora fare nei giochi di costruzione, seppur non cambiando molto nel gameplay del successore di Kingdom of Keflings. World of Keflings vi dà la possibilità di fare della tranquilla costruzione virtuale e mettervi, senza troppo stress, alla prova con del micromanagement. Diciamo che è più un passatempo, sia per i più giovani che gli adulti, ma comunque si comporta bene e regala momenti piacevoli.

Come accennavamo nell’introduzione, il gameplay è praticamente invariato dal primo capitolo di questa serie. Impersonerete un gigante caduto sulla terra e che aiuterà i Keflings (dei piccoli personaggi con vocine acute, come in ogni gioco di costruzione che si rispetti) a costruire il loro impero. Tutto è molto semplice e immediato nel portare a compimento. Per permettere, ad esempio, l’estrazione delle risorse (quali oro, legno, pietra e via dicendo) basterà trascinare uno degli abitanti sull’apposita cava o struttura. La maggior parte del gioco si basa sulla creazione di piccole catene di assemblaggio dove, per quanto riguarda il legno, ad esempio, i Keflings taglieranno gli alberi, che saranno trasportati nei mulini per essere trasformati in assi e successivamente nelle fabbriche per poter essere utilizzate come materiale per la creazione di costruzioni.

Effettivamente, non c’è un vero e proprio obiettivo in A World of Keflings. Non ci sono nemici, non c’è un tempo limite e la popolazione non morirà di fame. Tutto quello che dovrete fare sarà parlare con altre persone per ricevere dei lavori, fino a quando riuscirete a costruire un castello che metterà fine al gioco. Potrete completare queste azioni a vostro piacimento, senza farvi prendere dal panico. Sarete accompagnati da una rilassante soundtrack e potrete demolire costruzioni o lanciare Keflings in giro per la mappa solamente per vostro piacere. E’ un gioco di completo relax.

Alcune delle opzioni del precedente capitolo sono state semplificate, altre invece particolareggiate. Ambientazioni artiche e desertiche sono state aggiunte per una migliore diversificazione ed esperienza di gioco. Il micromanagement è stato decisamente migliorato. Durante la costruzione delle strutture, potrete avvalervi dei piccoli martelli sullo schermo che vi indicheranno cosa vi manca per completare la costruzione, invece che tornare sempre alle carte di costruzione. E’ stata anche aggiunta una modalità cooperativa; molto utile se pensate di aver bisogno di un aiuto per completare più velocemente le vostre costruzioni.

Nessuna di queste novità, in ogni caso, cambia A World of Keflings dal suo predecessore. Le nuove mappe saranno visitate esclusivamente per recuperare un determinato tipo di materiale o costruire una certa costruzione, per poi ritornare alla classica foresta, dove maggior parte della campagna singleplayer si svolge. Gli obiettivi sono gli stessi. Costruire edifici che miglioreranno e quindi avranno bisogno di risorse aggiuntive.

Grafica 8 – Il comparto grafico è ben realizzato. Cartoon, colorato e con dei gradevoli effetti ed animazioni durante la costruzione degli edifici.
Audio 7 – Buono. La soundtrack è rilassante e non vi metterà fretta durante le vostre operazioni. Aggiunge quel che serve ad una rilassante avventura quale è questo titolo.
Giocabilità 7 – Prenderete immediatamente la mano e facilmente avrete dei problemi.
Longevità 6 – Forse uno degli aspetti negativi. Non tutti potrebbero apprezzare la mancanza eccessiva di obiettivi.

Totale 7,8 – A World of Keflings è un titolo aperto a tutte le età. Il gameplay sarebbe potuto essere più complesso in questo secondo capitolo della serie, magari con l’aggiunta di ulteriori mappe, strumenti e via dicendo… In ogni caso, se siete in cerca di un gioco facile, intuitivo e che non richiede troppa attenzione, A World of Keflings fa per voi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato