Midnight Ghost Hunt: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Pubblicato da: x0xShinobix0x- il: 07-04-2022 8:54

Di giochi multiplayer ve ne sono molti, in questi ultimi anni principalmente Battle Royale free to play, se non fosse per titoli come Dead by Daylight il genere 1 vs 5 o più finirebbe nel dimenticatoio. Il 2022 si prospetta essere l’anno della rinascita per un genere che ha del potenziale, sopratutto se giocati con gli amici. Con questa premessa oggi vogliamo condividere con voi la Recensione di Midnight Ghost Hunt.

Midnight Ghost Hunt Recensione

Come suggerisce il nome stesso del titolo, in Midnight Ghost Hunt dovrete dare la caccia agli spettri, in partite multiplayer dove una squadra controlla gli spettri e l’altra gli umani, ognuna con il proprio set di abilità ed equipaggiamenti da utilizzare per ottenere la vittoria e sconfiggere gli avversari. La partita viene creata da un giocatore, il quale funge da host, ed ha il potere non solo di bandire i partecipanti e cambiare loro squadra ma anche di scegliere la mappa nella quale si svolgerà la sfida. All’inizio di ogni partita si ha un certo tempo a disposizione per prepararsi, da un lato vi sono gli umani nel furgone in arrivo a destinazione, i quali possono scegliere armi, gadget ed equipaggiamenti vari, dall’altra i fantasmi che dovranno prepararsi all’arrivo dei cacciatori, trovando i luoghi più sicuri dove nascondersi e la strategia migliore da attuare per sopravvivere. La competizione si suddivide in due fasi, nella prima i fantasmi devono sopravvivere fino allo scadere del tempo, mentre gli umani dovranno fare il possibile per stanarli ed eliminarli o catturarli, nella seconda fase invece i fantasmi diventano più forti e quindi aggressivi e potranno eliminare i cacciatori più facilmente e velocemente, questi ultimi dunque diventeranno prede e dovranno fare il possibile per difendersi.

Sia gli spettri che gli umani possono morire in entrambe le fasi, con la differenza che nella prima è possibile tornare in vita mediante appositi strumenti. Si parte con un set base di armi ed abilità per entrambe le fazioni, con la possibilità di accumulare della valuta nel corso delle partite da spendere per acquistarne di nuove oltre Skin per personalizzare i personaggi, nonostante gli umani vengano gestiti con visuale in prima persona a differenza dei fantasmi. La squadra umana potrà contare sullo spettrometro per individuare i fantasmi mentre questi ultimi hanno il potere di nascondersi negli oggetti e diventare invisibili tra le altre cose, al fine di evitare il camping gli autori hanno introdotto una barra che obbliga i fantasmi a muoversi di continuo per non restare fermi allo stesso posto, evitando di essere facilmente individuati. Sia che siate spettri che umani dovrete collaborare con altri membri della squadra per vincere, proteggendo allo stesso tempo la base dove è possibile cambiare equipaggiamento all’occorrenza, presente in entrambe le fazioni. Con una manciata di mappe ben strutturate ed arredate, i giocatori potranno diversificare le strategie in ogni partita, da una scuola ad una casa infestata, un cimitero, una nave ed altre ancora che abbiamo apprezzato particolarmente per la cura dei dettagli.

Midnight Ghost Hunt è un’esperienza multiplayer divertente e che sa intrattenere, da giocare prevalentemente con gli amici, nonostante sia possibile sfidare giocatori sconosciuti o collaborare con loro, comunicando tramite chat vocale o testuale. Ogni giocatore sarà chiamato ad usare gadget ed equipaggiamenti diversi, collaborando con gli altri membri della squadra per unire le forze, indipendentemente dalla fazione in uso.E’ possibile portare con s’è fino a due armi o gadget ed un’abilità speciale, la quale si ricarica nel tempo. Morire come fantasmi non segnerà la fine della partita, i giocatori che sono stati sconfitti potranno continuare a infastidire gli umani con delle abilità ma senza danneggiarli, qualora anche un solo fantasma sia in grado di resistere fino allo scadere del tempo, tutti i membri della squadra, a meno che non siano stati risucchiati, torneranno in vita, lo stesso vale per i cacciatori. Ciò permette di tenere alto il coinvolgimento nelle partite sia durante che dopo la propria dipartita.

Disponibile per ora solo su PC, il titolo permette di mappare i tasti del controller, nonostante sia altamente consigliabile l’uso di mouse e tastiera, considerando le tante azioni a disposizione. Giocato su un PC con processore i9 9900 K, 16 GB di RAM DDR4 e scheda video NVIDIA GeForce RTX 2080 Super 8 GB, il titolo si comporta discretamente ai massimi livelli grafici, con qualche calo di frame rate di tanto in tanto, ma che fortunatamente non rovina l’esperienza, e caricamenti accettabili, considerando che il tempo richiesto per iniziare la partita è influenzato da quello offerto alla squadra degli spettri per prepararsi all’arrivo degli umani.

Midnight Ghost Hunt Gameplay Trailer

7/10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato