Killa la Kill If: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 26-07-2019 10:51

Dopo Dragon Ball FighterZ, The Seven Deadly Sins Knights of Britannia ed altri videogiochi basati su Serie Animate, arriva Killa la Kill IF, il nuovo picchiaduro di Arc System Works e A+ Games, ed oggi vogliamo condividere con voi la nostra Recensione.

Killa la Kill If Recensione

Se provenite da Dragon Ball Fighter Z, riconoscerete fin da subito lo stesso stile grafico, marchio ufficiale di Arc System Works nei più recenti picchiaduro. Il videogioco di Killa la Kill If riprende le vicende dell‘Anime dall’ottavo episodio, proponendosi come una sorta di spinoff videoludico, il quale focalizza l’attenzione del giocatore su due personaggi, Satsuki e Ryuko.

Come ogni picchiaduro che si rispetti non mancano all’appello le Modalità Storia, Versus locale  e Versus Online, Sopravvivenza e contenuti Extra da sbloccare.

Partiamo fin da subito anticipandovi che il titolo è povero in contenuti, con solo 8 personaggi base, 2 varianti e 6 arene, con l’aggiunta di 2 ulteriori personaggi in arrivo con un DLC gratuito.

Il fulcro principale dell’esperienza è senza ombra di dubbio la Modalità Storia, la quale vi permette di vivere le vicende dell’Anime e non solo, suddividendo i vari capitoli tra cutscene e Gameplay.

In quest’ultima fase vi troverete in scenari dove dovrete affrontare uno o più nemici utilizzando tutto l’arsenale e le abilità in dotazione. Ogni lottatore dispone di un massimo di 3 super combo con svariati attacchi passivi.

Ricaricando l’apposita barra, potrete dare il via ad una serie di attacchi animati, accompagnati da cutscene o dal minigioco “sasso, carta e forbici”, dove avrete pochi secondi di tempo per decidere quale delle 3 opzioni utilizzare contro l’avversario.

Come accadeva in Dragon Ball Fighter Z, anche in Killa la Kill IF vincere il minigioco vi garantirà un grosso vantaggio sull’avversario, dandovi pochi secondi di tempo per sferrare dei devastanti attacchi.

Purtroppo però la Storia è giocabile solo con due personaggi, nei primi capitoli vestirete i panni di Sastsuki e successivamente di Ryuko. Trascorrete la maggior parte del tempo ad assistere a delle cutscene piuttosto che scontrarvi con gli avversari.

La Storia propone sia combattimenti 1 VS 1 che 1 VS 4 e sopravvivenza,alternandoli per offrire una diversificazione al giocatore, che purtroppo non compensa la presenza di una quantità misera di contenuti.

Da un picchiaduro solitamente ci si aspetta un roster generoso oltre che un numero considerevole di scenari, cosa che purtroppo non troviamo in Killa la Kill If, nulla che naturalmente non possa essere risolto con degli aggiornamenti a pagamento o gratuiti.

Se la Modalità Storia non vi soddisfa potete sempre dedicarvi allo sblocco dei contenuti Extra, al fine di incrementare la longevità di qualche ora. La presenza del comparto multigiocatore competitivo online, vi permetterà di sfidare altri giocatori nel globo.

Graficamente parlando Killa la Kill If riprende lo stile adoperato da Ark System Works nei recenti picchiaduro, con animazioni non del tutto fluide ma esteticamente accattivanti, garantendo però un gameplay reattivo e immediato. 

Se avete apprezzato la serie animata e siete fan dei picchiaduro in cell shading, allora Killa la Kill If potrebbe interessarvi, anche se la mola di contenuti piuttosto scarna non giustifica il costo per l’acquisto del gioco. 

Killa la Kill If Gameplay Trailer

  • 8/10
    Grafica - 8/10
  • 8.4/10
    Gameplay - 8.4/10
  • 7.5/10
    Sonoro - 7.5/10
  • 6.4/10
    Trama - 6.4/10
  • 7.7/10
    Longevità - 7.7/10
7.6/10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato