INSIDIA: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: x0x Shinobi x0x- il: 02-03-2018 10:05 Aggiornato il: 23-03-2018 16:38

Quest’oggi vi porteremo nel mondo di INSIDIA con la nostra Recensione, si tratta di uno strategico a turni mescolato al genere MOBA, nel quale l’obiettivo è di distruggere la base della squadra avversaria in due differenti modi. 

Prima di proseguire nella lettura, vi invitiamo ad entrare a far parte della nostra community su Discord

INSIDIA Recensione

Per vincere in INSIDIA siamo chiamati ad eliminare tutte le difese esterne alla base nemica o far saltare quest’ultima dall’interno. Al primo avvio, un tutorial molto accurato ci illustra a grandi linee tutto quello che c’è da sapere per iniziare.

All’inizio di ogni partita,  dobbiamo comporre una squadra, scegliendo 4 dei 10 eroi disponibili in gioco, anche se gli sviluppatori affermano che molti altri ne arriveranno prossimamente. Ogni personaggio come accade in un MOBA che si rispetti, vanta di specifiche ed abilità uniche oltre che l’appartenenza ad una classe differente.

Le abilità di ogni eroe si suddividono in attive o passive. Nelle prime partite ci ritroveremo a contrastare il CPU, indispensabile per padroneggiare al meglio il sistema di gioco. 

I match avvengono all’interno di una piccola arena suddivisa in caselle con vari punti di interesse posizionati all’interno delle stesse, tra cui le piattaforme che consentono di evocare gli eroi, le basi e generatori di cristalli energetici, utili per il caricamento delle abilità dei personaggi.

Non mancano all’appello elementi che consentono di arricchire lo scenario, oltre che fornire un sistema di copertura adeguato dagli attacchi nemici. INSIDIA è basato su combattimenti a turni, per tanto ogni giocatore può scegliere una sola azione da compiere per ogni turno.  

Il tutto viene gestito da un sistema che prevede prima il movimento degli eroi, poi gli attacchi tradizionali e infine le abilità speciali.

Ogni fazione ha una base accessibile da 3 portali, l’obiettivo dei giocatori è di accedere alla base avversaria e sabotarla. Per fare questo, si ricorre ad un cannone in grado di distruggere i portali, portando i giocatori ad utilizzare uno dei personaggi disponibili, per compiere la suddetta azione.

Tra le abilità dei personaggi troviamo il teletrasporto, le imboscate ed altro ancora. Purtroppo per ora è presente una sola mappa e pochi personaggi ma tramite degli aggiornamenti ne arriveranno altri.  

La modalità multiplayer, cuore pulsante dell’esperienza di gioco, è affiancata dalla “pratica”, rivolta a tutti coloro che si avvicinano per la prima volta a INSIDIA.  L’utilizzo di un solo personaggio per turno potrebbe comportare il rallentamento del ritmo di gioco, oltre che costringere il giocatore a studiare la migliore strategia per avere la meglio sugli avversari.

Sul fronte grafico, INSIDIA si presenta colorato ma dalla modellazione limitata in termini poligonali. Discreta l’interfaccia sia in design che funzionalità, soddisfacente la colonna sonora e gli effetti speciali in gioco.

Se siete alla ricerca di gioco a turni strategico e dagli elementi tipici di un MOBA, allora INSIDIA potrebbe fare al caso vostro, nonostante sia afflitto da una misera presenza di contenuti in termini quantitativi, nulla che non possa essere risolto con qualche aggiornamento.

Se siete interessati a giocarlo, è disponibile come FREE TO PLAY su STEAM!

REQUISITI DI SISTEMA

    • Sistema operativo: 64-bit Windows 7, Windows 8.1, or Windows 10
    • Processore: Dual-Core 2.0 GHz or higher
    • Memoria: 4 GB di RAM
    • Scheda video: DirectX 10 compatible graphics card
    • DirectX: Versione 10
    • Rete: Connessione Internet a banda larga
    • Memoria: 2 GB di spazio disponibile

INSIDIA Gameplay Trailer

6.8

Grafica
7.0
70%
Gameplay
7.5
75%
Sonoro
6.8
68%
Longevità
6.5
65%
Trama
6.0
60%

x0x Shinobi x0x

SEO WEB COPYWRITER: Recensore, Tester, Blogger e Youtuber, appassionato di Tecnologia e Intrattenimento videoludico

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato