Genetic Disaster: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 19-05-2018 7:47

Lo studio indipendente francese Team8 debutta nell’industria videoludica con il suo Genetic Disaster, ed oggi vogliamo condividere con voi la nostra Recensione. Prima di proseguire nella lettura, vi invitiamo ad unirvi alla nostra community su Discord.

Genetic Disaster Recensione

Genetic Disaster rende felici tutti gli amanti del rogue like, ma allo stesso tempo provoca rabbia in coloro che odiano la morte permanente, la quale dopo ogni gameover riporta il giocatore all’inizio dell’avventura.

Giocabile in singolo o co-operativo in 4 giocatori, il titolo ci porta in scenari realizzati proceduralmente, ad eccezione dei boss di fine stage. A differenza di altri titoli della medesima tipologia, la morte causerà la perdita di tutto ciò che abbiamo accumulato avidamente, portandoci a ricominciare il tutto da zero.

Genetic Disaster si presenta come uno sparatutto isometrico, dove nei panni di buffi personaggi che sembrano usciti dall’ironico universo di Rayman, dovremo eliminare ogni nemico ci capiti a tiro, con un vasto arsenale a disposizione.

Non manca all’appello la possibilità di distruggere gli oggetti presenti nello scenario, allo scopo di recuperare armi, munizioni o semplicemente per il gusto di causare disastri. Le armi variano non solo in aspetto ma anche in caratteristiche, dalla potenza alla velocità di fuoco.

All’inizio di ogni livello ci viene offerta la possibilità di scegliere un bonus passivo che è possibile acquistare, allo scopo di potenziare il personaggio scelto. 4 sono i personaggi disponibili, i quali si differenziano tra di loro in abilità e caratteristiche.

Avrete sicuramente intuito che si tratta di un party game dove la sopravvivenza ricopre un ruolo chiave.

I personaggi sono equipaggiati di scudi, teletrasporti, modalità berserk ed altre abilità adatte allo scopo, portando 4 giocatori a co-operare tra di loro per avere la meglio. Le abilità si ricaricano tramite un’apposito indicatore, eliminando i nemici. 

Graficamente parlando il titolo prende ispirazione da Rayman, con tratti cartooneschi ma dal tocco pittoresco, sia per quanto riguarda i personaggi che gli scenari ed oggetti presenti negli stage, un titolo che se giocato in co-operativa è in grado di intrattenere e divertire i giocatori, nonostante una discutibile calibrazione della difficoltà.

Il numero di nemici cosi come la loro potenza non varia a seconda del numero di giocatori, in grado di eliminarci in poco tempo, sopratutto dopo aver esaurito le munizioni disponibili.

Nessuna arma dai colpi infiniti pronta ad aiutarci, ciò ci porta a distruggere ogni oggetto ci capiti a tiro, nella speranza di recuperare qualche proiettile per intrattenere una discussione animata. Intuitivi e immediati i controlli, i quali possono essere consultati tramite l’apposito menù, giocabile sia con mouse e tastiera che con il controller.

Tramite i classici tasti WASD si sposta il personaggio nello scenario, con il mouse si apre il fuoco o si cambia arma, nulla di complesso. Nessun tutorial pronto ad illustrarci le meccaniche di gioco, dopo l’avvio della partita veniamo catapultati nel primo stage, lasciando a nostre spese l’apprendimento delle poche e basilari istruzioni.

Genetic Disaster è la dimostrazione di come un’idea ben concepita sia la chiave per debutto con stile nella scena videoludica. 

Genetic Disaster Gameplay Trailer

  • 7.5/10
    Grafica - 7.5/10
  • 8/10
    Gameplay - 8/10
  • 6.8/10
    Sonoro - 6.8/10
  • 7.8/10
    Longevità - 7.8/10
  • 6/10
    Trama - 6/10
7.2/10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato