FIFA 23: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Dopo eFootball 2023, quest’oggi vogliamo condividere con voi la Recensione di FIFA 23 il quale contrariamente al suo eterno rivale non viene distribuito nella formula free to play, ma prosegue la strada del buy to play, migliorandosi ulteriormente rispetto quanto visto in passato, attraverso l’introduzione di nuove tecnologie, le quali rendono le animazioni più fluide e realistiche, garantendo maggiore controllo sui calciatori e palloni, restituendo un ottimo feeling. Il team ha lavorato sodo per offire al giocatore la migliore espereinza possibile, avvertendo il pallone che si sposta tra i piedi ed avendo un totale controllo sullo stesso, per interrompere l’azione e passare ad un altra in qualsiasi momento, concatenando il tutto per goal spettacolari e tackle più efficaci ed aggressivi. I contrasti comporteranno un duro prezzo da pagare, portandovi spesso ad avere a che fare con duelli individuali.

FIFA 23 Recensione

Partiamo dalla novità più eclatante, vale a dire l’introduzione del nuovo sistema AcceleRATE, il quale come da nome offre nuovi modi per spostare velocemente i calciatori sul campo, dall’allungo alla corsa costante o esplosiva. Gli attaccanti ora possono falciare il campo e spezzare le azioni avversarie in modo brutale, mentre i difensori hanno l’abilità di recuperare sulla lunga distanza e tentare di difendere al meglio la porta, seppure in modo iper aggressivo. Con la tecnologia HyperMotion 2.0 vi è maggiore fisicità, intensità, duelli, dribling e verticalizzazione. Un occhio di riguardo anche all’impostazione tattica, la quale consente di esaltare gli inserimenti senza palla, per azioni più spettacolari. Il comando del pressing rispetto al passato è stato reso meno efficace, ciò comporta che il giocatore sia costretto a contare sulla propria abilità. Da elogiare gli interventi su calci di punizione, rigori e calci d’angolo, aggiungendo più varietà all’azione. Parlando di modalità, non poteva di certo mancare all’appello l’Ultimate Team, tanto amata quanto richiesta, la quale propone in questa nuova edizione novità indifferenti. Nuova intesa, la quale abbandona i legami posizionali favorendo un sistema a punti più flessibile e divertente, con una gestione dei ruoli più intelligente, basata sul reale posizionamento dei calciatori in campo.

L’AcceleRATE e l’HyperMotion 2.0 sono in grado di restituire azioni più equilibrate, dando ai giocatori maggiore valorizzazione. La seconda novità degna di nota riguarda i Movimenti FUT, una modalità che permette di creare rose ad hoc per poi cimentarsi in sfide varie, la cui difficoltà è crescente e variabile, garantendo delle stelle come ricompensa, da spendere nel negozio. Per quanto riguarda invece le più classiche, FIFA 23 propone il calcio femminile, i campionati inglesi e francesi e due modalità carriera, le quali arrichiscono l’esperienza con delle scene di intermezzo la cui storia risale al Viaggio. Anche sul fronte manager il team ha apportato migliorie e novità, attraverso l’implementazione di strumenti che rendono il mercato più interessante e sensato. Volta e Pro Club si fondono, in termini di progressione si intende, lasciando al giocatore la possibilità di progredire con il proprio calciatore virtuale semplicemente giocando. Entrambe le modalità sono divertenti da giocare sia in singolo che multiplayer, movitando allo stesso tempo il giocatore a trascorrere del buon tempo in loro compagnia, al fine di migliorare le statistiche del proprio eroe virtuale. Sul fronte ambientazioni, FIFA 23 riproduce al meglio ogni stadio, dando al giocatore la possibilità di respirare aria da competizione, con maggiore attenzione sia all’aspetto che sonoro degli spettatori, oltre che maggiore realismo nella riproduzione dei volti dei calciatori.

Quando si pensava che FIFA avesse espresso il suo massimo potenziale, ecco che arriva la smentita con FIFA 23, il quale riesce ancora una volta a stupire, emozionare e divertire i giocatori, portando una ventata di aria fresca sia in contenuti che migliorie, dimostrando di come non basta aggiornare le rose ma è necessario intervenire per rendere l’esperienza quanto più realistica possibile, alzando ulteriormente l’asticella della qualità, surclassando ciò che già in passato era buono per portarlo ad un nuovo livello. Un’esperienza a cui il team ha dedicato tempo e passione, ciò è visibile in ogni caratteristica che la compone, da maggiori attenzioni nel movimento dei calciatori alla fisicità del pallone.