Bear with Me: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 07-08-2019 9:36

Dopo Bear with Me – I robot scomparsi, quest’oggi vogliamo parlarvi del sequel intitolato semplicemente Bear with Me, concepito e lanciato prima del prequel, che abbiamo avuto modo di giocare per voi su Xbox One e PC.

Bear with Me Recensione

Bear with Me narra le vicende del detective orso e della sua assistente tempo dopo la risoluzione del caso sui Robot scomparsi. Il suo ex assistente e fratello della nuova protagonista è scomparso in circostanze misteriose, spetterà al duo risolvere il nuovo caso, smascherando allo stesso tempo l’identità di un pericoloso Serial Killer.

Il gioco inizia nella dimora della protagonista, la quale si trova costretta a chiedere l’aiuto di Ted, il cui ufficio è nel suo armadio, per ritrovare il fratello e risolvere il caso del Serial Killer incappucciato che si aggira per Paper City, lasciando dietro di se una scia di cadaveri.

Dopo aver portato a termine il primo Episodio dei 3 disponibili che compongono l’intera storia, vi ritroverete nuovamente a Paper City, ma con la possibilità di esplorare scenari differenti dal prequel e interagire con personaggi assenti nel capitolo precedente, oltre che alcune facce già incontrate in passato.

Le meccaniche di gioco non variano, ad eccezione di un sistema di dialoghi più profondo, grazie alla possibilità di interagire con i vari personaggi tramite diverse opzioni a disposizione, le quali non mutano il corso degli eventi o dialoghi stessi, ma consentono di ottenere maggiori informazioni su specifici argomenti, tra cui la scomparsa del giovane e il Serial Killer.

In qualsiasi momento è possibile richiamare all’appello l’inventario, dove vengono riposti gli oggetti raccolti nel corso dell’avventura, i quali il più delle volte vanno combinati tra di loro per la risoluzione degli enigmi.

Cliccando invece sull’icona della mappa, si torna alla schermata principale di Paper City, la quale consente di spostarsi rapidamente da una zona a l’altra una volta sbloccate, al fine sia di proseguire con la trama che di tornare in luoghi già visitati per recuperare oggetti inizialmente inaccessibili. 

La trama viene narrata non solo dai dialoghi ma anche dalle cutscene fumettose in stile Noir, con la narrazione affidata all’orso detective, il cui doppiaggio è in inglese ma con sottotitoli italiani, nonostante questi non siano così italianizzati nelle cutscene, a differenza dei dialoghi in gioco.

Bear with Me è stato concepito inizialmente per PC e dispositivi Mobile, solo recentemente è giunto su console nella versione Completa, la quale include tutti e 3 gli Episodi del sequel con l’aggiunta del mini prequel che racconta gli eventi accaduti in precedenza. 

Su console il gioco si comporta egregiamente in termini di ottimizzazioni, grazie a controlli facilmente accessibili e gestibili con il controller. 

6 ore circa il tempo necessario per il completamento dell’avventura, il quale può ridursi o incrementarsi a seconda della vostra tipologia di gioco. Alcuni enigmi risulteranno fin da subito facilmente risolvibili, altri invece vi chiederanno un minimo di ingegno per essere affrontati, nulla di così complesso.

Bear with Me propone una trama decisamente più coinvolgente della precedente e allo stesso tempo longeva e articolata. Se avete apprezzato il prequel o siete semplicemente appassionati delle avventure grafiche, vi consigliamo di non lasciarvi sfuggire questo punta e clicca, che tra l’altro ha un costo di soli 10 euro.

Bear with Me Gameplay Trailer

 

  • 8/10
    Grafica - 8/10
  • 7/10
    Gameplay - 7/10
  • 7.7/10
    Sonoro - 7.7/10
  • 8/10
    Trama - 8/10
  • 7.8/10
    Longevità - 7.8/10
7.7/10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato