The Day Before contiene materiale plagiato?

The Day Before sviluppato con Assets acquistati?

Lo scintillante mondo dei videogiochi, talvolta, nasconde dietro i suoi riflettori delle ombre inquietanti. L’ultimo caso ad alimentare discussioni e dubbi è quello legato al recente lancio su Steam di The Day Before, un gioco che, nonostante le promesse e le dichiarazioni del team di sviluppo, sembra avere un segreto imbarazzante celato nel suo DNA digitale.

Avete già saputo che The Day Before ha chiuso i battenti?

The Day Before è stato sviluppato usando Assets già pronti?

Poco dopo l’entusiasmante debutto del gioco sulla celebre piattaforma di distribuzione digitale, alcuni fan appassionati hanno avviato delle investigazioni online, scovando una verità scomoda che ha fatto tremare le fondamenta del titolo: gran parte degli elementi di The Day Before sembrano essere stati acquistati da pacchetti di asset preconfezionati, poi riadattati con modifiche minime.

Una delle scoperte più lampanti è emersa in relazione alla mappa di gioco, un ambiente che, a quanto pare, corrisponde quasi esattamente al pacchetto denominato ‘Downtown – City Pack’ per Unreal Engine 5. Il presunto costo dell’acquisto di questo pacchetto si aggira intorno ai 300 dollari, e ciò che ha lasciato basiti gli investigatori amatoriali è la sorprendente somiglianza tra la mappa nel gioco e il pacchetto acquistato, se non per poche differenze superficiali, come veicoli danneggiati e lievi variazioni strutturali.

Ma non è finita qui: l’occhio attento di alcuni utenti di Reddit ha scovato un’altra potenziale fonte di “ispirazione” per i creatori di The Day Before. Si tratta del pacchetto chiamato Survival Game Kit V2, venduto a soli 65 dollari. Questo set sembrerebbe contenere elementi cruciali per il gioco, tra cui menu, meccaniche di gioco e altri componenti che, guarda caso, assomigliano in modo sospetto a quelli presenti nel controverso titolo.

Il dato ancor più rilevante è che entrambi questi pacchetti di asset sono stati resi disponibili tra il 2020 e il 2021, sollevando interrogativi scomodi sulle dichiarazioni ufficiali del team di sviluppo. Secondo quanto affermato da loro stessi, lo sviluppo del gioco sarebbe stato in corso per circa 5 anni, un lasso temporale che sembra non combaciare con l’acquisto e l’utilizzo di queste risorse preconfezionate.

Questa rivelazione scuote le fondamenta della credibilità e dell’originalità del processo di sviluppo di The Day Before. Il pubblico si interroga ora sulla trasparenza delle dichiarazioni fatte dal team di sviluppo e sull’autenticità di un gioco che, nonostante le aspettative, sembra aver preso in prestito più di quanto abbia creato.

L’ombra del plagio si allunga sul mondo dei videogiochi, lasciando dietro di sé domande inquietanti sulla linea sottile tra l’ispirazione legittima e l’appropriazione discutibile. Mentre gli appassionati aspettano risposte e chiarimenti, resta la speranza che l’industria possa imparare da queste controversie per garantire una creatività autentica e un’etica di sviluppo ineccepibile.