Microsoft : I Cheater verranno puniti !

Pubblicato da: x0x Shinobi x0x- il: 02-12-2008 11:06 Aggiornato il: 29-08-2015 11:06

Dopo aver punito per la seconda volta coloro che vanno su XBOX LIVE con i backup bannandoli dal servizio Microsoft ha annunciato che tutti coloro che avranno usato dei glitch per sbloccare gli obiettivi veranno puniti con l’azzeramento della gamertag.

Come tutti sapete la XBOX360 è dotata di un sistema di obiettivi che è presente su ogni titolo dal primo uscito all’ultimo di oggi e sarà cosi anche per gli altri a differenza della PS3 che da poco ha inserito i Trofei nei suoi titoli.

Ogni titolo è dotato di un totale di obiettivi che variano a seconda di come gli sviluppatori decidono , possono esserne pochi o tanti ma il punteggio max da raggiungere per ogni titolo sono di 1000G che adranno a sommarsi al punteggio della vostra scheda giocatore.

Ogni obiettivo richiede un determinato compito da svolgere per sbloccarsi e accreditare i punti sulla scheda giocatore. I glitch sono dei trucchi che sono presenti sui titoli o chiamiamoli comunemente bug che grazie ad essi è possibile sbloccare tutti gli obiettivi senza fatica.

Gli obiettivi non portano a qualcosa di fattibile ovvero con i punti accumulati non è possibile acquistare dal Marketplace o altro ma è solo una sorta di sfida tra giocatori per chi ha più punti e obiettivi sbloccati. Microsoft ha deciso di punire chi usa i bug per sbloccarli senza fatica azzerando la scheda giocatore.

In fin dei conti il bello della XBOX360 è proprio questo , la possibilità di impegnarsi su un titolo e gustarselo per sbloccare l’obiettivo tanto sudato. Ci sono obiettivi semplici come per esempio inizia il gioco o obiettivi difficili come finisci il gioco a folle.  Microsoft ritiene che non sia giusto che molti sblocchino gli obiettivi senza fatica ed altri con impegno per questo ha deciso di attuare tale piano.

x0x Shinobi x0x

SEO WEB COPYWRITER: Recensore, Tester, Blogger e Youtuber, appassionato di Tecnologia e Intrattenimento videoludico

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato