Jesse Schell : Il più grande errore di Microsoft è ascoltare i consumatori

Pubblicato da: x0xShinobix0x- il: 05-08-2013 11:54

Jesse Schell

Poche ore fa, Jesse Schell, game designer presso Shell Games e fondatore della stessa, ha rilasciato una dichiarazione al quanto sconcertante nei confronti di Microsoft e vogliamo condividerla con voi per conoscere un vostro parere.

Il più grande errore di Microsoft

La decisione presa da Microsoft di rimuovere la politica dei DRM adottata inizialmente, è stata un grande errore. E’ colpa della società se i cambiamenti vengono frenati. Microsoft con la vecchia politica, basata sui DRM, voleva semplicemente offrire una valida alternativa o per meglio dire equivalenza a Steam PC.

Gli utenti vogliono che tutto resta immutato nel tempo e questo porta le aziende al fallimento. Microsoft non può fare ciò che vogliono loro. Immagino già un dibattito di questo tipo :

Microsoft : Stiamo diventando come STEAM, vi piace vero?
Consumatori : No, lo odiamo e se lo fai odiamo anche te

Microsoft : Faremo una cosa nuova
Consumatori : Non vogliamo cose nuove, le odiamo

Microsoft torna sui suoi passi

A causa di questo, Microsoft è dovuta ricredersi, tornando suoi suoi passi. I consumatori non amano le novità e i cambiamenti, è sempre stato cosi in passato, ascoltare il parere dei consumatori, uno dei più grandi errori di una società come Microsoft. Le aziende falliscono quando vi è di mezzo l’innovazione, accade in ogni settore. C’è un errore a monte da parte delle aziende, quello di ascoltare i consumatori! Essi vogliono la stessa identica cosa proposta per molti anni magari con qualche novità ma che non siano completamente innovative. Quando si vuol produrre qualcosa di veramente innovativo ecco arrivare il loro disappunto.

Bisogna trovare un modo per comunicare e fare le innovazioni ma non direttamente. A quanto pare Valve è riuscita la dove molti hanno fallito, è riuscita a creare un mondo alternativo a quello proposto dalle console e credo che prima o poi qualcuno riuscirà a fare la stessa identissima cosa e questo qualcuno potrebbe anche essere Apple.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato