Jeremy Pope : “Non lavorerò più a progetti violenti”

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 21-05-2013 8:00

Jeremy Pope, ex sviluppatore di GTA III e GTA Vice City, in una recente intervista, ha affermato che non lavorerò mai più ad un videogioco violento, scopriamo insieme il perchè.

Jeremy Pope

Ci tengo a chiarire che amo i videogiochi di Rockstar e credo che sia al quanto spregevole il lavoro svolto dai media contro i loro titoli. Sono orgoglioso dei giochi che abbiamo sviluppato e del successo ottenuto, ma vorrei poter andare dalla mia nonna molto religiosa in Alabama senza vergognarmi di spiegarle che lavoro faccio per vivere.

Attualmente sono più interessato a lavorare a giochi non violenti. Credo che i conflitti debbano essere presenti ma possono soddisfare i giocatori anche attraverso vie non violente. Tornando ai media, sono decenni che si parla o sparla di qualcosa che non si conosce. C’è bisogno di un ambasciatore che sia in grado di chiarire i malintesi e rispondere ai media per chiudere la questione una volta per tutte.

Morale della favola, Pope ha deciso di smettere lo sviluppo di videogiochi violenti per sua nonna, per non vergognarsi di dire il lavoro che svolge. Un conto è dire sviluppo videogiochi sportivi o per bambini, un altro è affermare “sviluppo videogiochi violenti”, sono due cose distinte e separate, anche se credo che non sia necessario specificare il genere, della serie “sviluppo videogiochi” punto, niente di più e niente di meno non trovate?

Cosa ne pensate delle parole di Jeremy? Rinuncereste a produrre giochi violenti che siano eccessivi o meno per un vostro parente? Credete che sia vergognoso sviluppare giochi simili? Personalmente credo che sia vergognoso gestire o lavorare in un sexy shop ma non sviluppare un gioco. A voi i commenti e considerazioni personali. Nel frattempo, vogliamo ricordarvi che Rockstar sta lavorando da tempo a GTA V che vedrà la luce nei negozi per Settembre 2013, salvo imprevisti.