Iwata giustifica il Region Lock del WiiU e del 3DS rispondendo alla petizione

Pubblicato da: x0xShinobix0x- il: 04-07-2013 12:16

satoru iwata

Giorni fa, è apparsa sulla rete una petizione che vanta già di oltre 15 mila firme,riguardante lo sblocco da parte di Nintendo del Region Lock su console WiiU e 3DS, permettendo cosi l’avvio di giochi di importazione.

La limitazione è importante

Per molti, il Region Lock è una restrizione, noi speriamo che la gente apprezzi il fatto che i nostri prodotti possano essere acquistati ovunque nel mondo, ma vi sono delle aree del pianeta con una propria cultura, un proprio grado di tolleranza e dei limiti legali per non parlare della politica sui rating dell’età.

Ogni regione, richiede differenti caratteristiche e non possiamo venir meno ad alcune di esse, perchè andremmo contro la libertà richiesta dai giocatori. Per questo motivo non possiamo prendere in considerazione tale ipotesi, non si tratta di business.

Microsoft e Sony contro il Region Lock

Partiamo dal fatto che Sony è sempre stata Region Free a differenza di Microsoft che solo con Xbox One ha deciso di voltar pagina. Per entrambe le compagnie è giusto che un consumatore abbia piena libertà di scelta se acquistare un gioco di importazione o attendere l’arrivo nella propria regione, per non parlare di quella grande mola di titoli esclusivi per USA o Giappone, che non arriveranno mai in Europa. La maggior parte dei pirati, sostengono che la modifica di una console sia necessaria non tanto per avviare copie di backup ma piu che altro per sbloccare la regione sulla console o almeno questo accadeva in passato.

Su WiiU e 3DS, Nintendo ha deciso ancora una volta di non permettere l’avvio di giochi di importazione, Iwata ha analizzato la petizione, ma purtroppo si ritrova con le mani legate, e non può per alcuna ragione al mondo, ascoltare i migliaia di giocatori che hanno firmato la petizione.