Gli analisti parlano di Ouya, la nuova console Android!

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 13-07-2012 9:49 Aggiornato il: 26-04-2018 14:31

In data odierna sulle pagine di Games Industry, l’analista Mark Friedler, ha rilasciato delle considerazioni personali su Ouya, la nuova console Android!

 L’annuncio di Ouya, verrà ricordato nella storia come qualcosa di grande tanto da poterlo paragonare all’annuncio del primo iPhone circa 5 anni fa. In sole 24 ore dall’annuncio vi sono state ben 25 mila prenotazioni! I consumatori sono stanchi dei soldi publisher o dei classici giochi, vogliono qualcosa di nuovo, innovativo. Lo scopo degli sviluppatori è quello di offrire giochi a basso costo, considerando che anche la console è economica, stiamo parlando di 99 dollari!

Per coloro che non la conoscono, Ouya vanta di un processore Tegra 3, 1 Gb di Ram, supporto Wifi e Bluetooth, supporto Hdmi e risoluzione a 1080p e il sistema operativo Android 4.0 Ice Cream Sandwich. Il lancio nei negozi è previsto nei primi mesi del 2013 ad un costo di 99 dollari!

Sì avete letto bene, sta per arrivare sul mercato una nuova console dal design mini con controller simile a quello per Xbox360, con sistema operativo Android e la possibilità di giocare a tutti e ripetiamo tutti i giochi Android di cui molti di essi sono gratuiti. La dashboard anche essa simile alla Metro della Xbox360 proporrà un play store dove poter scaricare e installare giochi gratuiti e a pagamento ed essendo una console open source potrebbe esserci la possibilità di installare APK da chiavetta esterna, se cosi fosse qualsiasi gioco avete sul vostro smartphone potete giocarlo sul vostro televisore in FULL HD!

Un sogno che diventa realtà! Poter giocare ai capolavori di Gameloft su un bel FULL HD 3D. Capolavori come Modern Combat, NOVA, Backstab e cosi via dicendo. Purtroppo non sappiamo se la console giungerà anche in Europa o sarà solo un esclusiva statunitense, molto probabilmente verrà venduta in tutto il mondo per contrastare Xbox360, Ps3 e WiiU, ma è ancora presto per dirlo.

Non ci resta che attendere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato