Gamestop contro la riduzione del costo dei giochi digitali

Pubblicato da: x0xShinobix0x- il: 25-11-2014 8:30

gamestop

Tony Bartel, presidente di una delle catene di videogiochi più popolari al mondo che in questo periodo non se la passa molto bene (parliamo ovviamente di Gamestop), ha affermato in una sua recente dichiarazione di essere contrario alla riduzione del costo dei giochi digitali.

Gamestop: I digitali hanno lo stesso valore di un fisico

Noi di Gamestop vogliamo assicurarci che l’industria videoludica non commetta gli stessi errori di quella musicale o del cinema. Il valore di un giochi in digitale è identico a quello fisico. I componenti dell’industria dovrebbero lavorare insieme sulla politica dei prezzi per fare in modo che restino invariati, ottenendo i giusti profitti e apportando grandi innovazioni a questo settore. La maggior parte dei prodotti digitali viene fornito ai giocatori in bundle con un hardware senza alcun costo per i consumatori.

Secondo questo mattacchione i giochi digitali dovrebbero costare come quelli RETAIL. Personalmente ritengo che sia una grandissima bip in quanto il gioco digitale seppur offre gli stessi identici contenuti, non dispone di custodia, disco, libretto, non è di certo da collezione per tanto secondo una mia considerazione personale dovrebbe costare almeno la metà, ma si sa che questi miracoli avvengono solo su Steam o sugli shop online che vendono key di giochi PC.

Cosa ne pensate delle parole del presidente di Gamestop? Siete favorevoli o contrari al costo cosi eccessivo di un gioco digitale? Credete davvero che un gioco retail e uno digitale abbiano lo stesso valore?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato