Assassin’s Creed Valhalla accompagna i giocatori in un viaggio virtuale in Irlanda

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 28-05-2021 14:02

I paesaggi magici dell’Irlanda, la ricca storia vichinga e i miti e il folklore gaelici raggiungono un pubblico completamente nuovo.

Mentre i vacanzieri di tutto il mondo sognano di poter esplorare di persona la bellezza dell’Isola di Smeraldo, i fan del famoso videogioco “Assassin’s Creed® Valhalla” hanno la possibilità di visitarla in modo virtuale, immergendosi negli incredibili paesaggi dell’Irlanda nella prima maggiore espansione del gioco, Wrath of the Druids. Giocando nei panni di Eivor, un feroce capo clan vichingo, dovranno farsi strada attraverso foreste infestate e scenari incredibili mentre guadagnano influenza tra i re gaelici.
 
Per celebrare il ruolo da protagonista dell’Irlanda nell’espansione lanciata di recente, Tourism Ireland ha collaborato con Ubisoft per evidenziare i paesaggi ultraterreni della destinazione, la ricca cultura e gli affascinanti miti e folklore che caratterizzano Wrath of the Druids. Il videogioco accompagna i giocatori verso famosi monumenti storici come la Giant’s Causeway nella contea di Antrim, Hill of Tara nella contea di Meath, la montagna Ben Bulben nella contea di Sligo e la città di Dublino. 

La storia si svolge circa 80 anni dopo la prima incursione vichinga in Irlanda e quattro decenni dopo che i vichinghi si stabilirono per la prima volta a Dublino. Al tempo dei Vichinghi, Dublino era un vivace porto commerciale, quindi la città, piena di nemici e alleati, sarà il fulcro centrale del gioco. I giocatori si imbattono in paesaggi incredibili come la famosa Giant’s Causeway nella contea di Antrim. Questa meraviglia geologica è un patrimonio mondiale dell’UNESCO ed è immersa nella leggenda di Fionn mac Cumhaill, che era a capo di un’antica banda di guerrieri chiamata Fianna.

Tra gli altri luoghi degni di nota, che appaiono nel videogioco, c’è la montagna di Ben Bulben nella contea di Sligo, legata da sempre a una serie di leggende celtiche e a uno dei più grandi poeti irlandesi, W.B Yeats. Armagh viene associato a Cúchulainn, il più grande di tutti i guerrieri irlandesi, così come la suggestiva Hill of Tara nella contea di Meath. Risalente al 2000 a.C., Tara era la sede effettiva degli Alti Re d’Irlanda e rimane oggi un elemento centrale dell’identità e della cultura gaeliche.

I giocatori di Wrath of the Druids hanno anche la possibilità di conquistare i forti ad anello, che a quel tempo erano insediamenti fortificati circolari molto in uso in Irlanda. Il diametro di queste strutture difensive variava da 15 fino a 35 metri. Progettati per tenere lontani i predoni e ospitare gli animali, in Irlanda sono sopravvissuti più di 45.000 forti, come il Grianán di Aileach costruito in pietra nella contea di Donegal sulla Wild Atlantic Way, uno dei migliori esempi che si possano trovare.

La nuova avventura di Eivor darà ai giocatori l’opportunità di svelare i misteri di un antico culto druidico, The Children of Danu, basato sui Tuatha Dé Danann, un gruppo di divinità ed eroi della mitologia irlandese esperti nelle arti, nella scienza, nella poesia e nella magia. Incontreranno figure mitologiche, come la Púca e la Morrigan, che sono associate a Samhain, un’antica festa celtica che può essere fatta risalire al luogo di nascita di Halloween. Queste figure oggi sono rimaste al centro delle tradizioni irlandesi di Halloween e al Púca Festival, una celebrazione di Samhain del ventunesimo secolo che si svolge ogni anno nella contea di Meath e nella vicina contea di Louth.

“L’eredità vichinga e la miriade di miti celtici in Irlanda erano assolutamente perfetti per Wrath of the Druids, la nostra prima espansione di AC Valhalla”, afferma Fabian Salomon (produttore presso Ubisoft Bordeaux).
E aggiunge: “Abbiamo lavorato con esperti per garantire l’accuratezza della storia e ci siamo impegnati molto per rendere questa Espansione il più autentica ed interessante possibile. Con una profonda esplorazione narrativa, tutte le nuove funzionalità che i giocatori possono provare e I fantastici luoghi vichinghi e celtici da esplorare, crediamo che il prodotto finale non solo entusiasmerà il nostro pubblico, ma renderà giustizia all’incredibile storia e mitologia dell’Irlanda”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato