Dragon Age: Origins

Pubblicato da: noth1ng- il: 27-11-2008 9:08 Aggiornato il: 01-09-2015 9:13

Il prossimo titolo della BioWare, narrerà di storie epiche in un mondo fantastico. Anche se casa sviluppatrice si era affermata con Star Wars: Knights of the Old Republic, il suo iniziale successo è stato dovuto proprio dai giochi di ruolo più famosi, come Neverwinter Nights e Baldur’s Gate (1998).

Prenderemo il controllo di un novizio, guidato da un guardiano di alto livello di nome Duncan, appena reclutato da una specie di gruppo di paladini, impegnato nella difesa dell’umanità contro gli attacchi di nemici non ancora specificati.
I fan che hanno amato la ricca trama, i personaggi e lo stile di combattimenti dei passati titoli avranno pane per i loro denti.
Il gioco avrà lo stesso spirito di Neverwinter o Baldur’s Gate, ma con una grafica next-gen ed ambiente dark-fantasy ed eroico.

La storia stessa, sarà basata sulle azioni del giocatore. Origins introdurrà una nuova caratteristica, chiamata “origin stories” .
Comincerete il gioco scegliendo il vostro personaggio in un punto unico del mondo e da lì formerete il vostro cammino per diventare un Grey Warden.
Ma, tutto ruoterà intorno alle vostre scelte, a come percepite il mondo, alle diverse risposte che potrete dare in un dialogo ed alle azioni che compierete, creandovi così una storia tutta vostra.

Il vostro personaggio potrà cambiare, quindi. Le scelte che farete lo indirizzeranno in una “buona” o “cattiva” strada. Ma in Origins non sarà sempre facile distinguire quale azione sia bene o quale sia male. Molte volte dovrete scegliere delle azioni che vi sembreranno diaboliche, ma che in realtà potranno salvare qualcuno e quindi essere determinate come buone.
Per esempio, grazie ad un sistema di approvazione, per il vostro gruppo, un certo personaggio potrebbe rifiutare di farne parte perchè non si trova d’accordo con una vostra decisione e, continuando su quella strada, potrebbe addirittura prendersela con e decidere di non avere più niente a che fare con voi.

Oltre a cambiamenti puramente caratteriali, potrete customizzare completamente il vostro protagonista, scegliendo razza, origini, sesso, apparenza ed abilità speciali. Se vorrete creare un mago curatore od un tank con spada a doppia mano, con l’avanzamento del gioco sceglierete il tipo di classe e varie abilità speciali che vi permetteranno di creare, ogni volta, un personaggio unico.

Incontrerete moltissimi soggetti durante il vostro cammino e magari alcuni potrebbero non gradire il vostro stile di gioco quindi, dovrete rimpiazzarli. Ogni personaggio avrà il suo set di skill unico ma non solo ! Avranno anche una loro personalità e sicuramente dei vantaggi o svantaggi, per voi.

Lo stile di combattimento sembrerebbe una fusione fra un hack & slash ed i vecchi Final Fantasy. Potrete scegliere di affrontare i vostri nemici senza pensare, ma ben presto vi accorgerete che sarà meglio utilizzare il sistema “pause and play”, sviluppato per questo gioco.
Potrete fermare l’azione, prendere il controllo di ogni singolo personaggio e decidere che tipo di azione dovrà fare.

La più grande differenza fra Origins e gli scorsi titoli della BioWare è proprio l’ambientazione dark-fantasy in cui è stato introdotto. Se siete dei fan di giochi divertenti che vi trasporteranno in un’esperienza unica con una fitta trama, allora Dragon Age: Origins è il gioco per voi e non vi resta che aspettare l’Aprile 2009, per poterlo avere sul vostro PC, PS3 o Xbox 360.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato