Ancora dettagli per Bound in Blood

Pubblicato da: noth1ng- il: 02-05-2009 13:39 Aggiornato il: 02-09-2015 11:11

Ne abbiamo già parlato molto, ma stavolta vi presentiamo un articolo dedicato principalmente al gameplay ed alla rivelazione delle varie chicche che saranno presenti nel seguito del titolo western distribuito nel 2006. Ecco Call of Juarez: Bound in Blood.


Bound in Blood racconta la storia di due fratelli, Ray e Thomas McCall, entrambi arruolati come soldati nella Confederate Army ed alle prese con la Guerra Civile. Molto presto, però, diventeranno dei disertori, più precisamente quando verranno a conoscenza che la loro casa in Georgia è sotto assedio da parte della Union Army. Più avanti nel gioco, avrete la possibilità di scegliere con quale personaggio giocare ogni livello, ma comincerete il primo di questi impersonando Ray, che preferisce attacchi ravvicinati ed esplosivi. Il secondo livello, invece,  vi vedrà ai comandi di Thomas, un personaggio molto più “raffinato” ed indirizzato verso le armi da fuoco.

Il primo livello vedrà Ray alle prese con l’avanzata della Union. Dovrà farsi strada tra le trincee per fermarla. Questo livello in particolare è una buona dimostrazione delle principali caratteristiche del gameplay di Bound in Blood: copertura, scontri a fuoco, armi stazionarie e modalità concentrazione. Ray dovrà pattugliare le trincee ed eliminare qualsiasi soldati cercherà di oltrepassarle con le sue (o la sua) fidate pistole. Per prendere copertura basterà semplicemente premere verso l’alto e quindi sporgersi sopra od ai lati, per mirare ai nemici ed eliminarli da un buon punto.

I colori del gioco vi aiuteranno colorando di rosso il mirino quando avrete nel target un nemico. Dato che sarete armati semplicemente con pistole, mitragliatrici, shotgun e che combatterete contro soldati e desperados, ci vorrà qualche colpo prima che riusciate ad eliminarli, anche se un “headshot” rimane letale. Uccidere i nemici permette di riempire una barra di concentrazione che in seguito servirà ad attivare, appunto, la modalità concentrazione che, per Ray, significa rallentare il tempo e “colorare” i vari nemici presenti prima che la barra sia esaurita. E’ bene riuscire a “colorarne” sempre molti perchè, una volta usciti dalla modalità, Ray sparerà velocemente a tutti i nemici segnati, eliminandoli.

Attraverso questo ed altri livelli, avrete sempre degli obiettivi che dovranno essere completati. Ad esempio, Ray dovrà uccidere tutti i nemici che cercheranno di attraversare la riva del fiume con un cannone montato a terra. Arrivati finalmente alla fine del livello, Ray farà saltare il ponte piazzando le cariche nei punti specificatamente segnati e scoprirà che suo fratello Thomas è miracolosamente sopravvissuto alla guerra. Però, i fratelli verranno messi di fronte alla scelta di obbedire agli ordini e difendere Atlanta, oppure disertare e difendere la propria casa. Decideranno ovviamente di difendere la propria casa e quindi torneranno alla piantagione, dove controllerete Thomas, il più “stealth” dei due.

Nella seconda missione, dunque, proverete Thomas che corre verso casa con Ray uccidendo i vari soldati dell’Union ad attender eil vostro arrivo. Al contrario di Ray, Thomas non può portare due armi e, quindi, non lo vedrete mai con una pistola e dell’esplosivo (come invece succedeva per Ray). Però, Thomas è veramente un tiratore scelto e la sua modalità concentrazione vi permetterà di acquisire automaticamente i bersagli, ma la quantità che ne ucciderete, sarà limitata a quanto velocemente riuscirete a tirare indietro il “cane” dell’arma per sparare.
E’ anche un esperto stealth ed arrampicatore. Potrà equipaggiare un lazo e raggiungere delle aree più alte; per fare ciò, basterà mirare su uno degli appoggi appositamente creati per il vostro lazo e poi dondolarsi con lo stick od il mouse del computer.
La cosa più interessante è che Thomas potrà uccidere i suoi nemici dalla propria copertura con i coltelli da lancio. Il gioco è stato realizzato in modo che queste abilità potranno sempre tornare utili. Ad esempio in un livello, Thomas sarà nascosto tra l’erba per uccidere una prima manciata di soldati, poi salirà su un albero per uccidere un artigliere con i suoi coltelli da lancio.

I livelli successivi vi faranno provare alcune delle emozioni più importanti di un’ambientazione Western, come i duelli, ad esempio. Sono delle battagliate “zoomate”, durante le quali la camera inquadrerà la vostra cintura. Dovrete avvicinare la vostra mano alla pistola, per anticipare il vostro avversario prima del suono della campana. Quando suonerà, dovrete velocemente muovere la mano sulla pistola, a quel punto il vostro personaggio la impugnerà automaticamente e quindi dovrete mirare al vostro nemico ed ucciderlo prima che lo faccia lui (il gioco dà una leggera assistenza nella mira, ma non è una vittoria assicurata).
Potrete anche montare dei cavalli (utili per “investire” i nemici a piedi) o prendere delle diligenze che potrete guidare su un percorso prefissato per distruggere delle città, scappare dalle stesse poco dopo e quindi fare attenzione ai nemici che vi inseguiranno a cavallo, cercando di accerchiarvi.
Da quanto avrete potuto leggere, Bound in Blood offre davvero un’ottima varietà di gameplay, ispirata principalmente ai film Western. Anche i dialoghi prendono la strada del Western e sembrano connettersi benissimo allo stile di gioco. Come già vi avevamo anticipato, Call of Juarez: Bound in Blood verrà distirbuito su PC, PS3 e Xbox 360 quest’estate, precisamente il 2 Giugno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato