Songbird Symphony: Recensione, Gameplay Trailer e Screenshot

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 25-07-2019 11:24

Se ci seguite da tempo, come sapete non recensiamo solo giochi Tripla A ma siamo continuamente alla ricerca di Indie originali e che meritano la nostra e vostra attenzione. Quest’oggi vogliamo condividere con voi la Recensione di Songbird Symphony, dopo aver trascorso diverso tempo in sua compagnia su PS4.  (Disponibile anche su PC e Nintendo Switch).

Songbird Symphony Recensione

In Songbird Symphony vestite i panni di un piccolo uccellino, il quale viene al mondo privo di genitori. Al suo risveglio dal guscio si troverà di fronte una misteriosa creatura tutt’altro che simile alla sua razza, la quale lo accompagnerà nella cresciuta diventando il genitore adottivo.

Deciso a conoscere i suoi reali genitori, l’uccellino partirà per un lungo viaggio ricco di ostacoli da superare, i quali richiederanno le doti canore del volatile. Si tratta di un gioco musicale con meccaniche tipiche di un platform, il cui scopo è appunto quello di ritrovare i genitori, superando sfide musicali all’ultima nota.

Nel corso dell’avventura potrete interagire con oggetti e personaggi di vario tipo, utilizzando i pulsanti del controller con il giusto tempismo o forse dovremmo dire ritmo.

Dai cartelli indicativi ad ascensori, personaggi e Boss da affrontare, verrete catapultati in un mondo prettamente musicale, dove un semplice evento darà il via ad una canzoncina con tanto di parole su schermo, in stile Karaoke.

Lo scontro con i Boss avverrà attraverso dei brani musicali, dove dovrete premere i pulsanti su schermo con il medesimo ritmo del Boss. Portando a termine determinati incarichi e sconfiggendo i Boss, otterrete nuove note per il vostro repertorio canoro, le quali vi serviranno per sbloccare l’accesso a nuovi livelli.

Da foreste e boschi a caverne, villaggi ed altro ancora. Ogni scenario è popolato da creature specifiche, le quali vi forniranno il loro aiuto se sarete all’altezza. 

Le fasi musicali vengono accompagnate da sessioni durante le quali come accade in un platform, doverete spostare dei massi per aprirvi il passaggio, recuperare collezionabili ed oggetti di vario tipo, dialogare con i personaggi per attivare delle richieste secondarie ed altro ancora.

Al termine di una esibizione canora vi verrà assegnato un punteggio o voto che dir si voglia, il quale in caso di fallimento vi porterà a ripetere il brano, con la possibilità di farlo infinite volte anche per migliorare il giudizio, interagendo con la statua del personaggio con il quale vi siete scontrati.

Nessuna abilità particolare, potenziamento o altro, non esiste un inventario, barra vitale o cuori, la morte in Songbird Symphony non è contemplata, in quanto non vi sono ostacoli e nemici in grado di porre fine alle vostre avventure. 

Il tutto realizzato con uno stile grafico vecchia scuola, il quale pone enfasi più sul gameplay e il comparto audio che grafico, nonostante quest’ultimo conferisce al titolo un tocco nostalgico. 

Se siete alla ricerca di un platform originale ed amate lo stile grafico ispirato ai giochi in 16 Bit, allora Songbird Symphony potrebbe fare al caso vostro, considerando inoltre che nella prima settimana di lancio il gioco è disponibile con uno sconto del 10%.

Songbird Symphony Gameplay Trailer

  • 5.4/10
    Grafica - 5.4/10
  • 7/10
    Gameplay - 7/10
  • 7.4/10
    Sonoro - 7.4/10
  • 7.7/10
    Trama - 7.7/10
  • 7.5/10
    Longevità - 7.5/10
7/10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato