Silence: Recensione, Trailer, Gameplay

Pubblicato da: x0x Shinobi x0x- il: 17-11-2016 7:22 Aggiornato il: 18-11-2016 6:56

L’ultimo capolavoro di casa Daedalic è finalmente approdato su Steam, stiamo parlando naturalmente di The Whispered World 2: Silence, ed oggi vogliamo condividere con voi la nostra Recensione.

silence_teaser_thumbnail

Al di la dello specchio 

Silence prosegue le avventure del precedente capitolo seppure proponendo un comparto grafico più realistico e meno cartoonesco. I protagonisti sono due fratelli, Noah e la piccola Renie, in un mondo in guerra. Il gioco inizia con un allarma che risuona in città e l’arrivo di aerei nemici pronti al bombardamento.  Dopo le prime cutscene ci ritroviamo nel rifugio pronti per interagire con i primi oggetti presenti nello scenario.

Come il prequel, anche Silence è in inglese con i sottotitoli in italiano ricco di enigmi da risolvere e dialoghi nei quali bisogna compiere delle scelte che muteranno il corso del gioco. Ritorna il piccolo Spot, un bruco mutaforma indispensabile per la trama stessa, in quanto grazie alla sua abilità, è possibile utilizzarlo per spostare dei macigni o per uscire da spiacevoli situazioni, oltre poter usufruire di una lunga serie di oggetti raccolti nel corso del gioco e depositati nell’inventario.

 SILENCE TRAILER

Il ritorno del giullare 

Dopo una potente esplosione, Noah si ritroverà in un mondo simile a quello del giullare Sadwick, ed avrà una sola missione da portare a termine, ritrovare la sua sorellina scomparsa. Il cuore pulsante del gioco risiede nella colonna sonora che si sposa alla perfezione con le ambientazioni malinconiche ed elementi tratti dal suo prequel, al punto che vi sembrerà di essere tornati a qualche anno fa, quando Whispered World altro non era che un punta e clicca in cell Shading unico nel suo genere.

Il nuovo comparto grafico potrebbe far storcere il muso ai fan della saga, ma che non ha nulla da invidiare al suo prequel, dalle animazioni alla modellazione poligonale di ogni singolo elemento presente negli scenari. Nonostante vi siano dei cali di frame durante le cutscene con una NVIDIA GEFORCE 970 4GB, il gameplay risulta fluido anche a dettagli elevati, senza sfociare nel noioso e con la giusta quantità di enigmi da intrattenere il giocatore per la sua durata.

silence1

Un nuovo inizio

Il lato negativo del gioco, probabilmente l’unico, risiede in una longevità che si attesta sulle 10 ore circa, portandoci alla conclusione senza accorgerci del tempo che passa, dopo tutto Silence come il suo prequel è un punta e clicca da completare tutto d’un fiato come si suol dire, nonostante alcuni enigmi siano pensati per spremere la mente dei giocatori al fine di risolverli e proseguire con la trama.

La presenza di molteplici riferimenti e racconti sulle avventure del giullare Sadwik e del suo amico Spot, obbligano in un certo senso il giocatore a iniziare questa splendida saga partendo proprio dal suo prequel che vi consigliamo di giocare. Nonostante il notevole salto di qualità in termini grafici, The Whispered World 2 ha molto da offrire, da una trama curata in ogni sua sfaccettatura ad un gameplay lineare e mai ripetitivo o noioso. 

SILENCE GAMEPLAY

 

4.0

Silence è un punta e clicca unico nel suo genere per veri appassionati. Il punto di forza risiede nella sua storia ricca di riferimenti sia a favole che alla dura realtà, un'avventura grafica in grado di focalizzare l'attenzione del giocatore su temi importanti come l'amicizia, l'amore, la guerra e il ricordo dei bei tempi andati. 

x0x Shinobi x0x

SEO WEB COPYWRITER: Recensore, Tester, Blogger e Youtuber, appassionato di Tecnologia e Intrattenimento videoludico

Lascia un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato