Recensione : The last of US

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 18-06-2013 14:30 Aggiornato il: 20-06-2015 14:25

The-last-of-us-demo

Abbiamo accompagnato Ellie e Joel nel lungo viaggio tra infetti, scenari apocalittici, banditi e chi più ne ha più ne metta, ed oggi siamo qui per condividere con voi, le nostre considerazioni personali, su quello che si prospetta essere, uno dei migliori giochi del 2013 per questa generazione di console.

Il viaggio ha inizio

In The Last of US, vestirete i panni di Joel, un adulto provato da quanto è accaduto 20 anni prima, in uno scenario post apocalittico, dove i criminali di varia specie, alla ricerca di rifornimenti dai poveri cittadini sopravvissuti al disastro, saranno l’ultimo dei problemi di cui dovrete preoccuparvi.  Nel corso del viaggio che vi porterà alla salvezza o alla morte, verrete accompagnati da una ragazzina adolescente di nome Ellie. L’obiettivo del gioco è quello di scortare la ragazzina fuori città, facendosi strada tra scuole, ospedali, edifici abbandonati, vicoli e quanto altro ancora.

Dai creatori di Uncharted, arriva una nuova fantastica avventura che vi lascerà incollati allo schermo del vostro televisore delle giornate intere.

La mutazione

Come vi abbiamo accennato, Joel ed Ellie dovranno fronteggiare una minaccia più pericolosa dei banditi, degli infetti, cittadini che a causa della diffusione di un fungo sono stati soggetti ad una mutazione parziale o totale. Nel gioco incontrerete sia cittadini infetti in grado di correre e vedervi facilmente anche in lontananza  che degli infetti speciali chiamati Clicker, che non hanno vista ma in compenso il loro udito è molto sviluppato, riusciranno a captare ogni vostra minima vibrazione.  A differenza dei cittadini infetti, questa tipologia di nemici, pur non avendo la capacità di vedervi, con un solo morso sono in grado di uccidervi.

Per aggirare questi mostri, dovrete utilizzare gli oggetti presenti nello scenario come bottiglie o mattoni, in questo modo potete distrarli e passare inosservati o in alternativa cogliergli alle spalle per eliminarli con un colpo.

Munizioni e rifornimenti

The Last of US è un action adventure basato sulla sopravvivenza, ogni singola munizione o rifornimento è importante e dovranno essere utilizzati saggiamente. Nel corso del gioco vi imbatterete molto spesso in rifornimenti di vario genere, dalle munizioni ai medikit, da attrezzi che vi serviranno per creare oggetti a ritagli di giornale, riviste e quanto altro ancora per i maniaci del collezionismo. Eliminando i nemici, nella maggior parte dei casi, sarà possibile rifornirsi di munizioni, ma per tutti gli altri oggetti, bisognerà esplorare l’ambiente circostante.

Joel è abile nel creare oggetti ed armi, o potenziare quelle in suo possesso. Raccogliendo gli oggetti sparsi in giro, sarà possibile in qualsiasi momento premendo il tasto Select, combinarli tra di loro per creare medipack, granate, fumogeni ed ogni sorta di equipaggiamento utile per la sopravvivenza. Per le armi, ogni qual volta vi imbatterete nel tavolo da lavoro, sarà possibile utilizzare gli oggetti raccolti negli scenari per potenziare la gittata, installare un secondo mirino, ridurre il rinculo, aumentare la velocità di ricarica e cosi via dicendo.

the last of us 2

Un gameplay straordinario

Una delle caratteristiche che ci ha colpito maggiormente in questo nuovo titolo prodotto dai ragazzi di Naughty Dog è il gameplay. Veloce, intuitivo, realistico, dai movimenti dei personaggi a quello dei nemici, dalla ricarica delle armi alla creazione degli oggetti, ogni aspetto è stato curato nei minimi dettagli per offrire ai giocatori un esperienza di gioco unica, realistica e indimenticabile.

Per eliminare i nemici, potete optare per varie strade, dall’utilizzo di armi da mischia come bastoni, tubi, bottiglie, mattoni ecc alle armi da fuoco come fucili, pistole, mitraglie e cosi via dicendo. Non manca la possibilità di adottare uno stile stealth per eliminare i nemici di soppiatto, accoltellandoli alla gola o stronzandoli per non dare nell’occhio. La scelta è soltanto vostra! Eliminerete i nemici uno alla volta, vi butterete nella mischia o li aggirerete proseguendo la storia senza sporcarvi le mani?

Joel, è dotato della capacità di ascoltare i suoni dei suoi nemici, dai dialoghi, ai passi, in questo modo sarà più facile captare la posizione dei nemici e adottare la migliore strategia. Come per le armi e gli oggetti, anche le abilità di Joel potranno essere potenziata nel corso del gioco.

La trama cosi come il comparto grafico fanno solo da contorno a quello che il gioco offre realmente. Un action adventure che vi garantirà ore e ore di divertimento e coinvolgimento, sopratutto per via di una trama profonda con dialoghi eccezionali.

Doppiaggio e comparto grafico

In un videogioco in genere, sono due gli aspetti che danno subito all’occhio come si suol dire, il comparto grafico e il doppiaggio. Vi sono giochi con grafica eccellente e doppiaggio assente o scadente, altri invece con grafica ridicola ma con tutto il resto in regola. The Last of US è la perfezione fatta gioco. Ottimo doppiaggio in lingua nostrana, comparto grafico curato nei minimi particolari al punto tale che spingeranno la vostra PS3 quasi al limite delle sue reali capacità ed una colonna sonora senza precedenti.

Il team di sviluppo ha voluto focalizzare buona parte delle sue energie nei dialoghi, assistere alle cutscene sarà come vedere un film, davvero sorprendente, per essere un videogioco rivolto alla generazione di console attuale.

the last of us 3
Conclusioni
Se siete alla ricerca di un action adventure in esclusiva Playstation 3, che vanti di un buon comparto grafico, un ottimo doppiaggio, una trama profonda, un gameplay veloce e divertente e una longevità discreta, allora The last of US è il gioco che fa per voi.
Voti

  • Gameplay : 10
  • Sonoro : 10
  • Grafica : 10
  • Longevità : 10

Voto finale : 10
Pro :

  • Trama profonda e coinvolgente
  • Ottimo gameplay
  • Cutscene da film!

Contro :

  •  Nessuno


Youtube : https://www.youtube.com/Thelastofus
Sito Web ufficiale : http://www.thelastofus.com/