[Recensione] Penarium

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 24-09-2015 8:17 Aggiornato il: 24-09-2015 8:19

Cosa succede quando un contadino viene ingaggiato da un circo per esibirsi di fronte a migliaia di spettatori per intrattenerli? Nasce Penarium! Oggi siamo qui per condividere con voi le nostre impressioni sul titolo dopo un’intensa sessione di prova.

Penarium

Penarium: Il contadino del circo

In Penarium vestiamo i panni di un ragazzo in carne che durante una giornata ai campi viene convocato per diventare un fenomeno del circo. Il suo compito? Raccogliere le monete rompendo dei barili ed evitando di crepare colpito da razzi, api, laser e chi più ne ha più ne metta. Si tratta di un arcade con grafica e sonoro in puro stile 8 bit, un gameplay che inizialmente potrebbe sembrare semplice e banale ma che con il tempo risulterà difficile e a volte anche irritante senza perdere quel pizzico di divertimento e sfida che gli sviluppatori propongono.

Per gli amanti degli obiettivi Penarium risulterà una vera e propria palla al piede, un calcio nel sedere ben assestato poichè richiederà di raggiungere punteggi oltre il centinaio in una singola sessione, considerando che ogni 10 casse rotte (circa) le armi per eliminare il panzone sono sempre più pericolose, diventa un’impresa assai difficile per non dire impossibile. Il gioco fa proprio leva sulla difficoltà ed è cosi coinvolgente ma ripetitivo che ci ha tenuti incollati per ore allo schermo del televisore.

Penarium gameplay

1000 modi per crepare

Gli sviluppatori si sono impegnati nel creare cosi tanti modi per far morire il povero contadino che tutti gli altri contenuti passano in secondo piano. Api assassine, razzi della morte, fuoco dal cielo, mitragliatori, innondazione dello scenario e chi più ne ha più ne metta. Il livello di difficoltà incrementa con l’avanzare del gioco. Esistono 3 differenti modalità: campagna, nel quale bisogna completare una serie di livelli per avanzare sulla mappa, arcade, dove si gioca illimitatamente fino a quando il contadino non tira le cuoia e multiplayer per cimentarsi con gli altri giocatori. Rompendo i barili è possibile ottenere delle monete da spendere nel negozio per l’acquisto di carte, potenziamenti che potranno essere usati in gioco per pochi secondi dopo un certo numero di barili distrutti.

Ogni qual volta vi troverete di fronte alla schermata dal gameover potete consultare i punteggi ottenuti e vedere quelli realizzati dai giocatori di tutto il mondo. Penarium è il classico arcade destinato ai dispositivi mobili ma poi portato anche su console di nuova generazione, un gioco che vi terrà impegnati per diverse ore (se volete sbloccare tutti gli obiettivi), vi irriterà e magari anche divertirà ma che con il tempo potrebbe farvi addormentare per la ripetitività dello stesso.

Penarium 3

Conclusione e Impressioni

Premetto che sono un vero appassionato di obiettivi e questo mi ha portato a restare incollato allo schermo per diverse ore,se fosse stato un gioco privo di essi, probabilmente l’avrei abbandonato nel giro di pochi minuti. Un arcade divertente seppur ripetitivo che merita di essere giocato per il livello di sfida proposto ma che non si dimostra all’altezza della nuova generazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato