[Recensione] Beatbuddy

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 03-09-2015 8:47 Aggiornato il: 03-09-2015 15:59

In questi giorni abbiamo rispolverato svariati giochi rilasciati sullo store di XBOX ONE nel corso del tempo,grazie alle KEY che gli sviluppatori ci hanno gentilmente concesso, ed abbiamo deciso di recensirli per voi iniziando da Beatbuddy.

beatbuddy

Beabuddy: In fondo al mar!

BeatBuddy è un gioco musicale rilasciato inizialmente su STEAM e successivamente su console nextgen,che ci porta nel fondo del mare nei panni di una buffa creatura marina, che dovrà attraversare numerosi livelli evitando gli ostacoli e i nemici. Tutti gli elementi dello scenario sono condizionati dalla musica e si muoveranno seguendo il ritmo. Nel primo livello apprendiamo i comandi di gioco e la missione da portare a termine, nei successivi invece entreremo nel vivo dell’azione. La particolarità del titolo risiede nella sua origine, nato per caso come un semplice progetto universitario diversi anni fa, trasformatosi gradualmente in un vero e proprio videogioco.

Beatbuddy è ambientato nella città subacquea di Symphonia dove regnano armonia, ritmo e melodia. Tramite un filmato introduttivo assistiamo alla rovina del regno da parte del Principe Maestro che deciderà di impadronirsi dei sogni delle creature musicali, Beat si risveglierà dal suo lungo sonno e con le sorelle Harmony e Melody partirà per un lungo viaggio nel tentativo di ristabilire l’ordine. L’intera ambientazione di gioco è sincronizzata alla perfezione con la musica in sottofondo tanto che la colonna sonora del gioco diventa l’elemento principale di questo indie.

Potenziamenti musicali

Inizialmente le abilità di Beat sono limitate, con il progredire della trama è possibile accedere a potenziamenti che ci permetteranno di muoverci velocemente o liberarci di alcuni nemici con qualche pugno. Non si tratta solo di un gioco musicale in cui dovremo superare i livelli al ritmo di musica, ma vi sono anche dei puzzle da risolvere. Gli enigmi sono realizzati alla perfezione, spingendo il giocatore a ragionarci su in alcuni momenti per poter proseguire.  Durante la sua avventura, Beat potrà contare su Clef, che gli fornirà il controllo della Buggybolla, un sottomarino con mitragliatrice a direzionamento fisso, utile per eliminare molteplici nemici e potenziabile attraverso dei modificatori che permettono di ruotare la camera. La longevità del titolo si attesta sulle 5 ore scarse, ovviamente tralasciando i punti ritmo sparsi per lo scenario che una volta raccolti permettono di incrementare il punteggio e sbloccare contenuti aggiuntivi.
Eccellente dal punto di vista grafico cosi come dal sonoro, Beatbuddy vi porterà in un mondo di gioco totalmente nuovo, con un gameplay originale, divertente e coinvolgente al punto che è inevitabile smettere di giocare fino ai titoli di coda.  La versione XBOX ONE risulta migliore rispetto a quella rilasciata diversi anni fa in termine di prestazioni e ottimizzazione, numerosi sono i bug risolti rispetto all’edizione STEAM del titolo, problemi che impedivano a volte di proseguire, costringendo il giocatore a dover ripetere delle sessioni ripartendo dal checkpoint Beatbuddy ha tutte le carte in regola per meritare l’acquisto nonostante il suo costo leggermente eccessivo, un platform che vi conquisterà per la sua originalità e che dimostra di come un semplice progetto può trasformarsi in qualcosa di sbalorditivo.

Conclusioni e impressioni

Premetto che ho avuto modo di provare lo scorso anno la versione STEAM e di recente quella XBOX ONE, per cui già conoscevo il gioco, per questo non sono rimato sorpreso o sbalordito come la prima volta, ma entusiasta costatando che i bug che riscontrai all’epoca su PC sono stati risolti su console. Un platform musicale fuori dagli schemi, originale, divertente, coinvolgente con una colonna sonora e un comparto grafico eccezionali, acquisto consigliato e meritato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato