Power Rangers Battle for the Grid: Recensione e Gameplay Trailer

Pubblicato da: x0x Shinobi x0x- il: 08-04-2019 7:51

Dopo Mighty Morphin Power Rangers Mega Battle, arriva il picchiaduro Battle for the Grid ed oggi vogliamo condividere con voi la nostra Recensione, dopo aver messo le mani sull’edizione Xbox One, informandovi o ricordandovi che il titolo è disponibile anche su PC, PS4 e Switch.

Power Rangers Battle for the Grid Recensione

Power Rangers Battle for the Grid è un picchiaduro con meccaniche simili a quelle viste in Mortal Kombat o Injustice, semplificate per renderle accessibili ad un pubblico di età inferiore. Dal menu principale è possibile accedere alle modalità Classificata, Casuale, Arcade, Versus e Allenamento.

Le prime due modalità sono le tradizionali Online, dove è possibile sfidare altri giocatori, Versus è rivolta al locale, Allenamento è per chi vuole affinare le proprie tecniche di combattimento e padroneggiare tutti i personaggi del roster, e infine Arcade come accade in molti altri picchiaduro, consente di cimentarsi in 7 scontri con personaggi gestiti dal computer.

Come potete intuire non è presente alcuna modalità Storia, non ci sono contenuti da sbloccare, ad eccezione dei banner visti in Street Fighter, Soul Calibur e recenti picchiaduro.

9 i personaggi presenti nel roster tra cui Tommy Oliver, Jason Lee Scott, Gia Moran, Ranger Slayer, Kat Manx, Magna Defender, Lord Drakkon Goldar e Mastodon Sentry, con la possibilità di chiamare in campo ad energia carica i celebri robottoni della serie, tra cui Dino Megazord, Mega Goldar e Dragonzord. 

5 gli stage ambientati al centro di comando, la stanza di allenamento di Zordon, Hardwood County, la foresta mistica e il trono di Lord Drakkon. Contenuti abbastanza poveri trattandosi di un picchiaduro, ma destinati ad espandersi con DLC a pagamento, inclusi naturalmente nel Season Pass.

Come visto in Marvel vs Capcom e molti altri picchiaduro party, i team sono composti da 3 personaggi, i quali possono essere sostituiti e dunque richiamati in qualsiasi momento. Oltre la barra vitale avremo a disposizione la Super, la quale una volta carica permette sia di evocare i robottoni che le abilità di ogni lottatore. 

Sul fronte tecnico il titolo non solo non è mai soggetto a cali di frame rate, ma presenta caricamenti sufficientemente veloci da permetterci di scendere in campo in poco tempo. L’assenza di cutscene, una modalità Storia e maggiori contenuti, rende Power Rangers Battle for the Grid abbastanza carente, nonostante il gameplay sia immediato e intuitivo.

Ottima la modellazione poligonale dei personaggi, meno invece le animazioni, le quali appaiono il più delle volte macchinose e ripetitive, lo stesso vige per la qualità delle texture che non brilla di luce propria.

Gli scenari per quanto diversificati siano appaiono carenti in qualità, portando il giocatore a focalizzare l’attenzione più sui lottatori che su gli stessi. 

30 minuti al massimo per portare a termine la modalità Arcade a difficoltà di default, in quanto non è possibile modificarla tramite le impostazioni, lasciando al giocatore solo la possibilità di consultare i pulsanti da premere per eseguire attacchi e combo.

Un picchiaduro decisamente deludente sotto ogni punto di vista, che non rende giustizia ai Power Rangers con i quali molti sono cresciuti.

Power Rangers Battle for the Grid Gameplay Trailer

A seguire il nostro Gameplay della modalità Arcade Completa:

  • 6.2/10
    Grafica - 6.2/10
  • 6/10
    Gameplay - 6/10
  • 5.4/10
    Sonoro - 5.4/10
  • 3.5/10
    Trama - 3.5/10
  • 4/10
    Longevità - 4/10
5/10

x0x Shinobi x0x

SEO WEB COPYWRITER: Tester, Recensore, Blogger ,Youtuber e Streamer, appassionato di Tecnologia e Intrattenimento Videoludico

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato