PES 2019: Recensione, Trailer e Gameplay

Pubblicato da: Shinobi SEO WEB- il: 04-09-2018 7:29

Quest’oggi per la prima volta sul portale, abbiamo il piacere di condividere con voi la nostra Recensione di PES 2019, su gentile concessione Konami, ricordandovi che il gioco è disponibile su PC, PS4 e Xbox One dal 31 Agosto.

PES 2019 Recensione

Partiamo fin da subito informando i lettori che purtroppo quest’anno oltre ad alcune licenze ufficiali è assente anche la Champions League, ma in compenso il team ha lavorato sodo per migliorare il gameplay che dopo anni e anni di puro Arcade abbraccia finalmente la vera simulazione calcistica.

11 le nuove abilità introdotte, tra cui palleggi, tocchi di prima ed altre movenze utili alla squadra o singoli giocatori per dare il meglio di se in campo con stile. Per introdurre il giocatore nelle novità, Konami ha pensato bene di realizzare un tutorial curato nei minimi dettagli, il quale illustra tutto quello che c’è da sapere per giocare con stile.

Purtroppo però anche nella nuova edizione entra in gioco lo Scripting, il quale lo si avverte durante le giocate contro l’intelligenza artificiale, prediligendo azioni incentrate su uno schema ragionato piuttosto che sulla varietà.

Limitato l’utilizzo di fischi e cartellini da parte degli arbitri, i quali il più delle volte lasciano correre l’azione fallosa chiudendo uno o forse entrambi gli occhi. In alcune partite risulteranno fin troppo permissivi, portandoci ad urlare a più non posso davanti al televisore con un “ERA FALLO”. 

La rarità dei cartellini o fischi è accompagnata dagli infortuni, portandoci solo in rare occasioni a sostituire i giocatori, fatta eccezione per la stanchezza degli stessi.  Nulla da ridire per il comparto grafico, grazie al supporto del 4K e HDR, offrendoci animazioni e modelli poligonali dei giocatori oltre che dello stadio con tutte le sue caratteristiche, il più realistico possibile.

Dopo ogni azione è possibile assistere al replay automatico o gestirlo manualmente tramite la camera libera, anche se quest’ultima opzione naturalmente è accessibile solo giocando offline, ma ciò ci consente di ammirare ogni singolo dettaglio.

Fluide le animazioni dei giocatori durante i movimenti, eliminando quel senso  robotico che si avvertiva nei precedenti capitoli, con agenti atmosferici ed un campo erboso eccezionali. La neve oltre ad avere un impatto visivo ai nostri occhi durante la giocata, muta il comportamento della palla, la quale rimbalza in maniera imprevedibile, incidendo anche sul movimento dei giocatori.

I menù di gioco come da tradizione appaiono minimali, semplici in suoni e voci, proponendo un’interfaccia intuitiva e immediata, evitando inutile distrazioni. Rispetto le precedenti edizioni, il gioco purtroppo è carente in licenze, con squadre che hanno subito il cambio nome come la Juventus o nel peggiore dei casi totalmente assenti, come il Bayer Monaco.

Lo stesso discorso vige per alcuni stadi o modalità, come la già citata Champions League.  Il cuore pulsante dell’esperienza di gioco risiede come sempre nella Master League, la quale introduce una serie di novità molto interessanti, oltre l’International Champions Cup possiamo trovare clausole e bonus per il mercato, anche se purtroppo la serie B Italiana è totalmente scomparsa.

Discutibili le quotazioni dei calciatori sul mercato e la gestione delle trattative. Non mancano modalità alternative come Diventa un Mito, la quale offre ai giocatori la possibilità di vestire i panni di un singolo calciatore per lanciarsi nel mondo del calcio.

Ad arricchire la generosa esperienza troviamo le modalità Esibizione, Partita casuale, Allenamento e il multiplayer 3 vs 3 locale e online.  Ottimo il comparto multigiocatore online, nonostante il matchmaking spesso richieda diverso tempo per trovare un giocatore. Coloro che provengono da FIFA e sono cresciuti con il FUT, troveranno il myClub di proprio gradimento.

Costruire una squadra risulta più semplice rispetto la controparte, senza il bisogno di spendere molto per assumere giocatori,agenti, allenatori o altro personale qualificato. Rispetto l’edizione precedente, il myClub è stato rivisto e corretto, per offrire un’esperienza di gioco più realistica e divertente possibile.

Telecronaca curata da Caressa e Marchegiani con commenti a volte fuori luogo e lineare, nulla da ridire per il sistema di illuminazione, che rende le partite dinamiche e reali. 

PES 2019 è decisamente migliorato rispetto le precedenti versioni, il lavoro svolto dal team nel proporre un sistema di gioco che si accosti alla simulazione, abbandonando l’Arcade, è evidente in ogni singolo aspetto.

La perdita delle licenze è stata un duro colpo per il gioco calcistico di Konami, il quale compensa le mancanze proponendo un’esperienza di gioco definitiva, il miglior PES mai creato fino ad oggi.

PES 2019 Gameplay Trailer

Di seguito vi proponiamo il nostro Gameplay Online andato in onda nella serata di ieri su Twitch:

  • 8/10
    Grafica - 8/10
  • 8.7/10
    Gameplay - 8.7/10
  • 8.5/10
    Sonoro - 8.5/10
  • 9/10
    Longevità - 9/10
8.6/10

Shinobi SEO WEB

Appassionato di Videogiochi, Tecnologia e Intrattenimento, trascorre le giornate nei meandri più tenerbrosi della Transilvania, cibandosi di conoscenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato